Appello a Sergio Mattarella affinché sui #vaccini Fermi il clima di terrore,non possiamo essere servi del new York Times

Il presidente della repubblica come guardiano della costituzione e deve far rispettare il principio della libertà di parola e di opinione.
Su un tema delicato come quello dei vaccini il governo sta agendo con una violenza inaudita.
Vengono radiati medici per il solo fatto di aver espresso perplessità sui vaccini.
Il presidente della repubblica ha l’obbligo di garantire la libertà di espressione e di far reintegrare quei medici impedendo che questa violenza si perpetui.
Mattarella è anche presidente del consiglio superiore della magistratura, cosa succederebbe se fossero radiati tutti i giudici che esprimono perplessità sulle leggi dello stato o leggi di cui sta discutendo il parlamento?
Succederebbe il finimondo, infatti e normale per i giudici esprimere perplessità o addirittura dire che le leggi non funzionano.
Ad esempio,radiate anche il P.M. WoodCook che ha parlato di liberalizzazione delle delle droghe leggere ed ha espresso perplessità sull’attuale legge.
Mi pare che qui si sia superato il limite e nessun medico può essere radiato per opinioni liberamente espresse al di fuori del proprio orario di lavoro,senza che queste siano punibili da alcun giudice in quanto non costituiscono reato.
Neanche l’avessero solo licenziato ,il che sarebbe comunque discutibile,lo hanno radiato cioè gli hanno tolto la possibilità di continuare a svolgere la sua professione.
Per fermare questa violenza inaudita che ha creato un clima di terrore degno della corea del nord o della Turchia, è necessario l’intervento del garante della costituzione con un richiamo esplicito alle camere durante l’esame di un decreto che il presidente della repubblica non avrebbe nemmeno dovuto firmare.
Il new York time ordina ed i servi obbediscono dicendo che vi sono i requisiti di necessità ed urgenza dettati da un articolo di giornale,questa è l’Italia,una colonia statunitense

Annunci