Finalmente realizzata la mia proposta sulla canapa legale!

Già lo nel 2009 nel mio libro “vincere il consumismo globale” scrivevo un articolo dal titolo “tra proibizionismo e legalizzazione delle droghe leggere riguardo alla canapa legale,quella che la legge consente già di coltivare avendo un valore di principio attivo inferiore allo 0,6%.
In quell’articolo per quella che aveva un principio attivo più alto proponevo una mediazione tra le due posizioni parlavo di un sistema ibrido: “si può trovare una mediazione come può essere quella di vietare la vendita,lo spaccio e la cessione gratuita ma permettendone la coltivazione per uso personale”.
E aggiungevo:
“penso che questa sia una via di mezzo che lascerebbe quasi inalterata la legge Giovanardi”.
Mentre quella con principio attivo inferiore a 0,6% può già essere coltivata, venduta liberamente e può essere utilizzata in ambito edile,cartografico,energetico etc etc.
Quindi volendo può anche essere fumata,ma nessuno lo ha mai fatto ritenendo questa idea stupida.
Ancora nel 2014 ribadivo che la cannabis già legale poteva servire per togliere mercato non solo alla malavita organizzata ma anche a ridurre il consumo di tabacco e non plus ultra il fatturato dell’industria farmaceutiche.
Finalmente in svizzera alcuni mesi fa hanno provato a metterla in commercio ed è stato subito boom!
Anche in svizzera la canapa voluta dagli antiproibizionisti risulta illegale,mentre invece questa si può vendere senza alcun problema ed è stata subito apprezzata.
Altro che idea stupida!
Da poco pure a bologna è prodotta e venduta con una varietà che comprende basso principio attivo ma vari alcaloidi in grado ad esempio di far passare il mal di testa.
Non posso quindi che ritenermi soddisfatto nel mentre aspetto la realizzazione della seconda parte della proposta,quella che riguarda la canapa non legale.
Mentre la vendita di semi risulta comunque già legale la coltivazione è ancora reato.
Quindi faccio mia la proposta del movimento 5 stelle e con una tassa annuale si potrebbe acquistare uno o piu vasi contenenti semi e terra e avere il permesso di coltivarla in un luogo appartato dando il proprio nome ed il proprio cognome all’autorità senza però che tale piantina o le sue foglie secche siano trasportabili al di fuori del luogo indicato alle forze dell’ordine per la loro coltivazione,nel mentre quella legale con basso principio attivo può essere acquistata con le stesse modalità del tabacc

Annunci