Legge elettorale: Meglio il 50% o il 75% di collegi uninominali? Meglio il 100%!

 

Il partito democratico propone uno pseudo modello tedesco, che a me sembra più una porcata catatonica.
50% di collegi uninominali relativi,senza soglia minima per ottenere il seggio, con il restante 50% di proporzionale non si sa bene su quanti collegi plurinominali,senza coalizioni e senza scorporo come invece avviene in Germania o avveniva nel mattarellum in vigore dal 1994 al 2005.
Apro una parentesi su quest’ultima frase,com’è. Noto quel mattarellum in realtà non era uno solo ma erano due,scritti in due diverse leggi l’una applicata al senato e l’altra alla camera.
2 giorni fa ho scritto che nel mattarellum applicato al senato era presente lo scorporo mentre nel mattarellum applicato alla camera dei deputati lo scorporo risultava assente.
Ebbene,ho scritto una imprecisione.
Tecnicamente lo scorporo era previsto in entrambe le camere, ma alla camera dei deputati c’era un “baco” che ne permetteva l’aggiramento attraverso le liste civetta,cosa non possibile al senato dove i cittadini esprimevano il proprio voto su una sola scheda.
Quando ho scritto che il mattarellum applicato alla camera non aveva lo scorporo mi riferivo al fatto che nella distribuzione dei seggi esso non veniva calcolato appunto perché facilmente aggirabile.
Ci sono lucratori politici di professione che hanno usato a mani basse le liste civetta per ottenere più seggi di quelli che avrebbero meritato e che ora fanno la morale sulla soglia di sbarramento, peraltro introdotta per la prima volta proprio nel 1993, a tutti i livelli istituzionali tranne per il parlamento europeo dove fu introdotta solo in seguito con la grande ammucchiata che andava dall’Italia dei valori ai democratici di sinistra,a forza Italia,alleanza nazionale etc etc che votarono compatti favorevolmente questo ladrocinio di seggi.
Gli stessi che per decenni hanno presentato liste civetta per ottenere più seggi dicono che un partito dello 0,9% non è degno di avere dei rappresentanti nelle aule parlamentari che contano ben 630 deputati e 315 senatori perché lor signori vogliono rubare quei seggi che spetterebbero a tale forza politica senza nemmeno lasciare le briciole.
Quando sento il senatore Sisto lamentarsi del modello tedesco dicendo che può “potenzialmente dimezzare i seggi di una forza politica”(la sua ovviamente!) e dire che questo non è democratico, mi vien quasi da ridere.

Magari fossero soltanto dimezzati i seggi di chi è sotto la soglia di sbarramento!
Ma poi si faccia due conti con l’italicum spagnolo prima maniera presente nel patto del Nazareno e scoprirà che molte forze politiche avrebbero allo stesso modo dimezzato i seggi e molte di più sarebbero scomparse.
Ma se lo votava lui e conveniva a forza Italia era democratico!
Chiusa la (piccolissima) parentesi….
Il sistema che propongo qui è sempre lo stesso da anni.
Non ha senso discutere se sia meglio avere il 50% di collegi uninominali oppure il 75% a scegliere questa percentuale può essere il popolo nel momento in cui si reca in cabina.
Nella prima repubblica la democrazia cristiana ebbe degli eletti al senato della repubblica nei collegi uninominali,pochi, ma ci sono stati.
Tutti gli altri senatori venivano eletti con il proporzionale ma sempre all’interno dei collegi uninominali.
Infatti quel senato aveva il 100% dei collegi uninominali e potenzialmente tutti i candidati potevano essere eletti con il maggioritario e non con il proporzionale.
La parolina magica si chiama soglia minima che in quel contesto era del 65%,superabile solo dalla democrazia cristiana in pochissime zone.
Il referendum segni pannella ha eliminato tale soglia, e quindi per alcuni mesi in Italia abbiamo avuto un sistema interamente proporzionale alla camera e interamente uninominale al senato, da qui è nato il mattarellum.
Che differenza c’è tra il modello pseudo tedesco proposto dal partito democratico cin il 50% di collegi uninominali e 50% plurinominali ed invece un sistema che avesse il 100% di collegi uninominali una soglia minima del 40% con annesso scorporo elettorale?
In assenza di coalizioni, probabilmente nessuna differenza.
Tradotto significa che quel 40% verrà superato probabilmente solo nel 50% dei collegi, nel restante sarà proporzionale con i resti.
Potrei poi spiegare perché prevedendo le coalizioni e mettendo tale soglia minima al 40% nel sinolo collegio uninominale, e mettendo infine il 75% di collegi uninominali si ottiene che  in solo due terzi di quei collegi uninominali c’è lo scatto del seggio uninominale, perché evidentemente nell’altro terzo non è superata la soglia minima  del 40%.
Ed è appunto questo il problema: Lo pseudo sistema tedesco non avendo scorporo e non avendo soglia minima per l’elezione risulta essere una porcata macroscopica.
Quello che sto cerca do di dire è che si può avere il 50% di eletti nei collegi uninominali stabilendo un numero più alto di collegi ma facendo eleggere chi realmente lo merita
superando una soglia di garanzia democratica.

Fatti due conti,se proprio non si vogliono le coalizioni il sistema migliore per avere il 50% di eletti con l’uninominale ed il 50% di eletti con il proporzionale è quello di avere il 100% di collegi uninominali fissando una soglia minima al 40% con i resti proporzionali, che non prevedono alcuno sbarramento nella loro distribuzione.
Se è la strada del modello tedesco a turno unico e senza coalizioni che si vuole copiare allora consiglio proprio quest’ultima soluzione:
100% di collegi uninominali,soglia al 40% nel singolo collegio e scorporo elettorale che assegni eventuali resti proporzionali con la totale assenza di sbarramenti.
Con una legge di questo tipo mi vedrei costretto a tornare a votare per evitare che il seggio uninominale sia assegnato con il maggioritario!
Sempreché il mio voto non sia considerato poi scheda bianca da assurdi sbarramenti!
Solo poi andrebbe inserita una postilla di difesa democratica per evitare che la stessa forza politica possa ottenere alla camera dei deputati più del 55% dei voti.
Ovviamente se le due più grandi forze invece di combattersi si uniscono vincerebbero nel 100% dei seggi.
Anche perché quello che non viene detto dai proponenti è che con quello pseudo modello tedesco si può ottenere il 65% di seggi con il solo 35% dei voti ottenuti.
Quindi è incostituzionale,serve una soglia minima e serve soprattutto la postilla di difesa democratica.

Annunci