Legge elettorale: L’interessante proposta dei deputati fragomeli,malpezzi e riotta

Devo dire che di proposte ne ho viste di ben peggiori di questa, che tutto sommato contiene delle innovazioni importanti, ma purtroppo anche delle castronerie assurde.
Le  cose positive sono:
1) la presenza delle preferenze con i nomi ed i cognomi stampati sulla scheda elettorale.
2)l’eliminazione del capolista e se ho capito bene il tener conto dell’ordine di presentazione dei candidati come primi non eletti e cioè nel caso in cui si verifichino dimissioni o decadenze di chi viene eletto con le preferenze.
3)l’abbassamento della soglia del premio di maggioranza dal 40% al 37% (dei votanti) che permette di arrivare al 52% e non invece al 55%.
4)la previsione di un secondo turno elettorale anche tra più di due schieramenti.
Ecco le cose buone credo finiscano qui.
Le parti negative:
1) i deputati descrivendo la proposta parlano di tre soglie,al 40% al primo turno,al 37% al secondo e il 20% (ma in questo caso sul totale degli aventi diritto al voto) per accedere al secondo turno e francamente non riesco a capirne se c’è un errore o se è la solita normetta arzigogola.
2)lo sbarramento c’è ancora e questa risulta una discriminazione assolutamente incostituzionale del diritto di voto e indebolisce la politica tutta perché rende più difficile l’accesso delle cariche elettive ai cittadini.
3)i collegi sono quelli dell’italicum e vengono traslati al senato,pertanto il numero di candidati prestampato in scheda crea confusione assoluta,fermo restando un principio di base proporzionale e un premio di maggioranza precedentemente descritti meglio optare per i collegi uninominali con solo 3 nomi prestampati per ogni forza politica,il che comunque crea parecchia confusione perché se ogni forza ne ha tre 3 moltiplicato per 10 uguale a 30 tutti scritti in scheda.
4)ancora una volta si fa il conteggio nazionale dei voti al senato, il che risulta incostituzionale.
Piuttosto che questo meglio l’uninominale a doppio turno cioè il ballottaggio nei singoli collegi,fermo restando le preferenze descritte da questa legge al primo turno e l’aggiunta degli accordi tra primo e secondo turno tra candidati e contrassegni nel collegio uninominale.
5)la legge ancora una volta scritta “da cani” con abrogazioni di singole parole su un testo unico mentre dovrebbe essere completamente riscritto l’articolo abrogando l’intero articolo che viene sostituito.
A tal proposito mi pare che la proposta di fratelli d’italia mi pare firmata da la rilussa abbia più eleganza anche se rispetto ai contenuti differisce maggiormente nei gusti,cioè mi fa parecchio schifo.

Annunci