Dazi unilaterali alla cina costano a #trump 200 miliardi $ annui!

I cinesi mica son nati ieri..
visto che agli americani piacciono tanto le armi con la polvere da sparo, dovrebbero sapere che sono state inventate dai cinesi circa 5 mila anni prima che Cristoforo colombo sbarcasse “nelle indie”.
Certo poi è pure capitato che gli inglesi, inventori del calcio,venissero “pettinati” dagli islandesi che hanno più vulcani che campi sportivi.
In ogni caso il debito pubblico americano mi pare che in cifra assoluta si stia aggirando intorno ai venti mila miliardi di dollari e questo significa che una piccola turbolenza sui mercati potrebbe alzare i tassi di interesse di centinaia di miliardi di dollari all’anno.
Se queste premesse fossero vere allora un aumento dei tassi di interessi americani anche del solo 1% potrebbe produrre a regime al tesoro americano una maggiore spesa per circa 200 miliardi di $ all’anno.
Questo dato è inquinante ma c’è gente che continua a chiedere il formarsi di nuovo debito per avere un vantaggio nel breve periodo lasciando però un macigno alle future generazioni.
Parlano contro l’austerità ma non si rendono conto della bomba ad orologeria che loro stessi hanno fabbricato con questo sistema che diventa ogni giorno più instabile.
Infatti all’aumentare dei debiti pubblici in cifra assoluta va ad aumentare l’instabilità e va ad aumentare la percentuale di debito detenuta dalle banche nei loro sempre più pesanti bilanci.
Ma la Cina è un caso a parte vista la forte propensione,a volte doverosa, dello stato ad entrare nelle faccende economiche che i capitalisti giudicano inammissibile.
Mi pare che il debito pubblico americano detenuto dalla cina sia di svariate migliaia di miliardi di dollari…
Se l’ampliamento dei dazi americano venisse visto come un affronto dai cinesi,questi potrebbero vendere una parte di quel debito e creare un serio problema di sostenibilità a livello mondiale ad un paese che per molte volte sono già andati vicini al default tecnico con il successivo aumento del tetto del debito votato dal congresso.
Tra parentesi c’è anche da chiedersi se la Federal reserve ha fatto bene i conti sui costi per il bilancio corrente americano di un futuro rialzo dei tassi di interesse.
Quanto penseranno di incassare gli americani con l’aumento dei dazi tanto più dovranno pagare con l’aumento dei tassi di interesse.
Purtroppo questo capitalismo ha prodotto delle degenerazioni che oggi è quasi impossibile riuscire a sanare,però  per gli speculatori liberisti e’ tutto normale,loro guadagnano di più se dopo aver rubato la sovranità agli stati li fanno pure fallire quando cercano di liberarsi dalla morsa.

Annunci