I cristiani che parlano di libertà religiosa dimenticano il passato

Sentire un cristiano che parla di libertà religiosa mi fa quasi venir da ridere.

Ma se per 1500 anni nella penisola italiana c’è stata una sola religione mentre tutte le altre venivano cancellate da santa tomana chiesa!

Oggi si sentono tanti discorsi liberali, bisogna comprendere, bisogna integrarsi con le altre religioni, c’è l’unico creatore etc etc…

Paiono li stessi discorsi fatti quando i cristiani erano nelle catacombe!

Certo, quando i cristiani erano nelle catacombe promuovevano la libertà per tutte le religioni, salvo poi quando sono riusciti a prendere il potere nell’impero romano, lì cominciò il comportamento esattamente opposto con la repressione ed i genocidi.

Perchè il papa invece di andare in Turchia a parlare di primo genocidio della storia non parla del genocidio degli ariani dell’italia centrale messo in atto da santa romana chiesa?

2 popoli totalmente annientati da chi oggi ci parla ipocritamente di accoglienza.
Non c’era per caso già allora la parabola del buon samaritano?
Eppure quando c’era da bruciare una strega o da far abiurare qualcuno o di ucciderlo come mai non si parlava del proprio prossimo?

Anche qui, gli stessi cristiani che pochi anni prima professavano la libertà religiosa lo facevano solo ed esclusivamente per interesse.
la loro religione era bandita e poi quando è stata data loro cittadinanza all’interno dell’impero romano si sono comportati esattamente nello stesso modo di quelli che in precedenza avevano costretto loro ad entrare nelle catacombe.

Questa era la pace promessa…un silenzio tombale di chi la pensa diversamente, ma oggi dovrebbe essere il tempo di ammettere che la libertà di cui si parla non può esistere all’interno delle diversità.
Uguaglianza è in realtà omogenizzazione delle diversità, e la storia ci dice che è sempre stata ottenuta con la forza.

Al di fuori dell’ipocrisia,per uguaglianza si intendere l’uniformità di tutti i cittadini all’imperatore di turno.

E oggi questa cosa della libertà religiosa è utilizzata anche da chi vuol far uscire dalle catacombe la nuova religione del libertinismo materialista nata con l’imperialismo napoleonico, e divenuta nuovo dominatore europeo.

Il giorno prima queste persone sono favorevoli ad ogni religione, sono per la pace…
il giorno dopo quando il loro materialismo libertino diventerà maggioranza (e già quasi lo sono del tutto)saranno bandite le normali usanze ad esempio sugli eterosessuali o ad esempio saranno(e già quasi lo sono del tutto) permessi test sui genomi per uno sviluppo più avanzato della specie umana…

Senza che ce ne siamo accorti siamo caduti da una dittatura ad un’altra, ma questa ipocrisia continua a farci credere che noi ci stiamo battendo per la libertà.

Libertà, fraternità ed uguaglianza sono solo una gigantesco inganno che ha sostituito l’inganno precedente.

E la religione mussulmana da questo punto di vista è molto simile a quella cristiana.
E mi vien quasi da ridere anche quando sento dire che la religione mussulmana contiene l’intolleranza nelle sue scritture.

La differenza sostanziale tra queste due religioni è che quella cristiana è stata trafitta dal credo napoleonico, padre nobile del libertinismo materialista.

Per cui oggi non sono più i cristiani direttamente a fare la guerra ai mussulmani, in quanto già sconfitti da napoleone.

E’ chiaro che poi quando i cristiani hanno visto le loro chiese bruciare hanno smussato l’originaria foga con la quale uccisero i propri nemici islamici.

Una cosa è praticamente certa: la convivenza pacifica di cui tutti parlano a me appare fuori dalla realtà e rimane a mio avviso solo un cavallo di troia attraverso il quale cercare di “penetrare” nelle rispettive civiltà, tenendo nascoste le proprie intenzioni, forse perchè non si conoscono.
ma quelle sono, ce lo insegna la storia.

Annunci