Barak Obama,la toilette bisex e la farsa elettorale

Pare che il presidente degli stati uniti d’america abbia obbligato le scuole pubbliche a permettere ai transgender di entrare nel bagno secondo la propria identità.

Intanto sono stupito del fatto che si parli di scuole pubbliche, cioè a dire che le scuole private possono fare ciò che vogliono.

Come può un presidente degli stati uniti sentirsi presidente solo degli studenti di una scuola pubblica e non anche delle scuole private?

Forse siccome le scuole private sono frequentate dai ricchi fanno parte di uno stato diverso e devono rispettare regole diverse, per loro sarà il preside dell’istituto a decidere se un transessuale debba entrare in un bagno piuttosto che nell’altro.

Poi c’è la questione dell’identità del transessuale, è evidente che questa persona ha una sua identità, il problema è che non si capisce bene quale sia….

Come si può affermare che ogni transessuale può entrare nel bagno del gender a seconda della propria identità?

E chi la stabilisce?
La stabilisce da solo a seconda di come si sveglia la mattina?!?
Magari nei giorni dispari può entrare nel bagno delle donne e in quelli pari in quello dei maschi!

Ma solo nelle scuole pubbliche,è per questo che il presidente Obama si è rivolto solo a queste strutture, infatti lui sa’ che in tutte le scuole private hanno costruito un terzo bagno!

Due bagni unisex e una toilette “bisex double face”.

Ma io credo che nemmeno la legge degli stati uniti consenta ad un presidente degli stati uniti di emanare direttive di questo tipo e per di più valevoli solo le scuole pubbliche.

Non mi pare che venga rispettato il principio di generalità ed astrattezza della norma.

Forse che Obama ha paura di pagare pegno regalando voti al partito repubblicano modificando l’esito delle ormai prossime elezioni?

Da una parte c’è la moglie di un ex-presidente che da 10 anni prova a diventare presidente, che perde le elezioni primarie ma vince la candidatura grazie ai super delegati.

Dall’altra parte c’è un partito che fa le primarie dove si presenta un solo candidato perchè tutti gli altri si sono ritirati perchè così il partito è unito.

Un candidato che si mette il caschetto da minatore per far vedere la sua vicinanza alle lobby delle materie prime, e quando se lo toglie chiede se qualcuno ha la lacca spray perchè i capelli si sono scompigliati.

Come se il contenuto della lacca spray non fosse peggiore dell’aria respirata quotidianamente da quei minatori.

Questa sarebbe la più grande democrazia al mondo che noi dovremmo imitare come abbiamo imitato con la moda dei jeans.

Questi vorrebbero venirci a spiegare che cosa sono i diritti civili.

Annunci