Libia,gli errori fatti e riconciliazione usando modello U.E.

L’errore fatto in Libia è stato quello di escludere i 2 parlamenti senza creare una tipologia di organizzazione che permettesse ad entrambi di avere la parola finale sulle decisioni del governo.

Sarebbe bastato un presidente disignato con alle spalle 3 vice-presidenti.

Ogni vice presidente avrebbe dovuto avere il diritto di veto e quindi solo quando tutti e tre si fossero trovati in accordo la decisione sarebbe stata presa.

A loro volta ognuno di questi 3 vice-premier avrebbe dovuto ricevere la fiducia.

1 vice premier avrebbe ricevuto la fiducia dal parlamento di tobruk, mentre il parlamento di tripoli avrebbe espresso la fiducia verso un secondo vice-premier.

Questo significa una cosa molto semplice e cioè che i singoli parlamenti di Tripoli e Tobruk non avebbero votato la fiducia all’intero governo ma solamente ai vice-premier da loro nominati con un voto a maggioranza qualificata dei presenti nei due parlamenti.

Naturalmente i parlamenti possono rimuovere anche i loro vice presidenti e lo possono fare in qualsiasi momento per nominare poi dei sostituti.

In poche parole il diritto di veto permette che qualsiasi parlamento discuta in qualsiasi momento delle decisioni da prendere e il tutto si traduce con il si o con il no attraverso quel diritto di veto poi espresso dal vice-presidente in seduta governativa.

Se vogliamo fare un parallelo, assomiglia a quanto accade in europa dove i presidenti del consiglio dei singoli stati possno porre il veto sulle decisioni.

E se si vuole fare una simmetria potrebbe anche accadere che i singoli 3 parlamenti delle tre storiche regioni libiche diventino parlamenti regionali che esprimono ognuno un proprio presidente e come accade per l’unione europea c’è un consiglio dove si riuniscono e ognuno dei quali ha il diritto di veto.

Evidentemente in questo caso servirebbe un quarto parlamento, così come in europa c’è il parlamento europeo in libia ci può essere il parlamento dell’unità nazionale che però deve tener conto dei veti posti dai singoli presidenti di “regione”.

Il modello UE potrebbe funzionare per la Libia, sembra un paradosso,  ma il problema della UE è solo nei suoi politici e nella corruzione capitalista, non nel modello istitutivo.

Annunci