• giamps78 17:26 il 18 March, 2016 Permalink Rispondi  

    PENSIONI: SMETTETELA DI FARE I FURBI ALLE SPALLE DELLE FUTURE GENERAZIONI

    ImmagineI sindacati sono la causa principale dell’aumento dell’età pensionabile perchè hanno sempre spinto e ottenuto numerosissimi prepensionamenti.
    Ogni prepensionamento manda in rosso i conti dell’INPS e questo provoca l’innalzamento dell’età pensionabile.
    E cosa fanno i sindacati dopo che a causa loro l’età pensionabile è stata alzata ancora una volta?
    Si lamentano dell’età troppo alta e chiedono ulteriori prepensionamenti perchè l’età è troppo alta e devono entrare i giovani, che avranno in futuro una pensione da fame e andranno in pensione se saranno fortunati ben 5 anni dopo rispetto ai loro padri con pensioni del 30% inferiori.
    Allora, se si vogliono fare i prepensionamenti si fanno con il contributivo al 100% e fine della storia.

    Se 65 anni è considerata l’età massima oltre la quale non si può lavorare, non si facciano deroghe temporanee per ottenere ancora una volta privilegi alle spalle delle future generazioni, si scriva invece una legge che deve rimanere valida per sempre dove si dice che quando si hanno 65 anni si può chiedere il pensionamento, ma naturalmente calcolato con il 100% contributivo che è il metodo che sarà utilizzato per le future generazioni.

    No perchè adesso si tenta di rendere cornuti e mazziati i giovani che un domani saranno pensionati.
    Sono talmente stupidi da credere al sindacato quando dice che che il vecchio pensionando lascia benevolmente il suo posto di lavoro ai giovani, che lo fa per il loro bene….
    Questa è una presa in giro totale, chi va in pensione anticipata lo faccia alle regole delle prossime generazioni e la smetta di pesare sui conti pubblici e sul debito pubblico perchè l’INPS ha un rosso di 20 miliardi all’anno che qualcuno un domani dovrà pagare o finirà soffocato dai poteri forti che toglieranno alle future generazioni ogni sovranità pubblica.

    Com’è possibile che i giovani che andranno un domani in pensione con il sistema contributivo debbano pagare pensioni agli anziani,calcolate con un sistema non contributivo,e per giunta andati in pensione prima?

    L’età che oggi viene considerata alta per chi oggi lavora è a maggior ragione alta anche per le future generazioni., è una beffa che si rimandi tutto al futuro senza un minimo di controllo sui conti che qualcuno dovrà pagare un domani.

    P.S.
    nella foto qui sopra si vede una previsione sul debito pubblico che avremmo avuto senza austerità e senza pareggio di bilancio e quindi senza il blocco degli aumenti nelle erogazioni pensionistiche
    Qualcuno pensa che le banche private italiane avrebbero potuto sopportare 400 miliardi di debito in piu?

    Capisco che il prodotto interno lordo sarebbe comprensibilmente aumentato con piu spesa pubblica, ma saremmo andati incontro al fallimento totale.

    Articoli correlati:

    Non si può dire che il sistema contributivo non funziona:
    https://giamps78.wordpress.com/2016/03/01/non-si-puo-dire-che-il-sistema-contributivo-non-funziona/

    ENEL : 6 mila prepensionamenti senza proteste:
    https://giamps78.wordpress.com/2015/12/01/enel-6-mila-prepensionamenti-senza-proteste/

    Contrattazione: Gabbie salariali salvano sud salvaguardando sindacati:
    https://giamps78.wordpress.com/2015/10/12/contrattazione-gabbie-salariali-salvano-sud-salvaguardando-sindacati/

    Un nuovo modello di impresa e di sindacato è possibile:
    https://giamps78.wordpress.com/2015/02/24/un-nuovo-modello-di-impresa-e-di-sindacato-e-possibile/

     

    Annunci
     

    Rispondi

    I campi obbligatori sono contrassegnati *

c
scrivi un nuovo post
j
post successivo/commento successivo
k
post precedente/commento precedente
r
Rispondi
e
Modifica
o
mostra/nascondi commenti
t
torna a inizio pagina
l
vai all'accesso
h
mostra/nascondi aiuto
shift + esc
Annulla
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: