L’idrogeno altimetrico, e l’elio del risparmio energetico

ImmagineNel mio progetto che ho chiamato “idrogeno altimetrico” che dovrebbe produrre infinita energia elettrica semplificando si dice che:

a)L’idrogeno è piu leggero dell’aria e quindi sale verso l’alto, ma arrivato in cima, lo stesso idrogeno può passare attraverso una membrana a scambo protonico PEM e produrre energia elettrica rilasciando come scarto dell’acqua.

b)L’acqua è piu pesante dell’aria.
L’acqua però in quel momento si trova in alto perchè prodotta succesivamente alla risalita verso l’alto dell’idrogeno, ed è piu pesante dell’aria e quindi torna verso il basso e quindi può produrre energia tramite una centrale idroelettrica.
Naturalmente l’energia cinetica dipende dalla differenza di altezza tra il punto piu alto e il punto piu basso.

c)L’acqua arrivata in basso verrà separata in idrogeno e ossigeno,in questo caso spendendo energia, e poi l’idrogeno tornerà a salire e ricomincerà il ciclo.
L’energia ottenuta è superiore all’energia spesa.

Dopodichè qualcuno mi dice che non si può creare energia dal nulla e allora chiedo loro da quale nulla viene presa l’energia già oggi prodotta dalle centrali idoelettriche, “dalla piogga” sarà certamente la risposta, si ma la pioggia da dove la prende l’energia?

Ad ogni modo citare il dirigibile hindemburg non è mai una cosa positiva quando si parla di progetti con l’idrogeno.
Sta di fatto che l’Hindemburg era pesantissimo, ma le sacche di idrogeno annullavano questo peso e permettevano a dei semplici motori ad elica di alzare e di muovere il dirigibile.

ImmagineIn altre parole se non si vuole immaginare la costruzione di un idrogenodotto che dal basso possa portare verso l’alto l’idrogeno, basta utilizzare il metodo hindemburg, il minore peso dell’idrogeno praticamente va ad annullare la forza di gravità 9,81, cioè va ad annullarne il peso.

Quindi she vi fossero delle rotaie con un motore elettrico e l’idrogeno venisse spinto su,noncon una condotta sotto pressione, ma con dei semplici sacchi come l’hindemburg, tale sistema costerebbe pochissima energia elettrica, perchè il peso andrebbe quasi a zero.

Va detto che però l’hindemburg originario prevedeva Elio, un gas molto meno pericoloso, ma che certamentamente non può essere utilizzato nel progetto dell’idrogeno altimetrico viste le difficoltà nel rasformarsi in acqua e poi nuovamente in elio…

Ma come per l’idrogeno altimetrico si può sfruttare l’elio per far pesare meno un corpo.
Immaginiamo un’autovettura che pesa 700 kg, oggi si studiano tutta una serie di nuove carrozerie che possano ridurre il peso delle autovetture.
Ma ci potrebe anche essere il modo per togliere 350 di quei 700 kg, a quel punto il consumo sarebbe quantomeno dimezzato e dunque in questo caso un risparmio equivarrebbe una produzione di energia in meno, considerando che si può applicare anche l’innovativo sistema ultimate cell.

Ad esempio sui treni,ora si stanno mettendo a costruire super sistemi utilizzando i magneti e il vuoto, ma potrebbero utilizzare anche l’elio, il treno pesando meno acelerà piu velocemente, raggiunge la velocità masima piu velocemente e frena piu velocemente.

Naturalmente solo una parte del peso del treno potrà essere eliminata questo sistema, mica bisogna costruire un galaxi express 999!

Ovviamente poi avendo risolto il problema del fabbisogno energetico si può risolvere il problema dell’innalzamento delle acque, infatti il progetto dell’idrogenodotto che parte dall’oceano e arriva nei deserti permette di togliere acqua dove ce ne di piu e di metterla dove ce ne di menoalcolando che ogni nuovo albero piantato sono almeno 40 litri di acqua accumulati, si sta presto a riportare a livelli di ossigeno a livelli ottimali,senza parlare della fame nel mondo…
A tal proposito avevo descritto come “sprecare tantissima acqua per salvare il pianeta”.

Articoli correalati:

“Idrogeno altimetrico” per creare energia “dal nulla”
https://giamps78.wordpress.com/2016/01/05/idrogeno-altimetrico-per-creare-energia-dal-nulla/

COP21: Ultimate cell per migliorare competitività
https://giamps78.wordpress.com/2015/11/30/cop21-ultimate-cell-per-migliorare-competitivita/

ll progetto NAWAPA, le centrali nucleari e le bombe nucleari
https://giamps78.wordpress.com/2015/09/13/l-progetto-nawapa-le-centrali-nucleari-e-le-bombe-nucleari/

Sprecare moltissima acqua per salvare il pianeta!
https://giamps78.wordpress.com/2015/08/13/sprecare-moltissima-acqua-per-salvare-il-pianeta/

L’idrogeno “bollente”dalla termolisi dell’acqua:
https://giamps78.wordpress.com/2016/02/15/lidrogeno-bollentedalla-termolisi-dellacqua/

 

Annunci