jobsact di Renzi: c’è ancora riduzione cuneo?

Immagine

Nel mondo al contrario se ci sono piu assunti non aumentano le entrate fiscali, diminuiscono!

Nel mondo al contrario invece di utilizzare i 300 mila nuovi posti di lavoro(da verifire perchè di questi numeri non c’è da fidarsi) per detassare tutti i posti di lavoro in modo da avere pari entrte ma maggiore competitività, si fa l’esatto opposto, si crea un buco di bilancio per detassare inutilmente e senza garazie di assunzione permanente per 3 anni i neo assunti dicendo che quei 300 mila posti di lavoro sono stati creati grazie al jobsact del presidente del consiglio.

Detassazione che tra l’altro sta svanendo come il vapore acqueo visto che pare sia stata dimezzata passando da 9 mila euro meno di 5 mila.
In pratica si detassa qualcuno per un contratto che dopo 3 anni può anche essere cancellato senza nemmeno uficato motivo anzi senza nemmeno dare una motivazione, e in piu non si sono nemmeno collegate le mensilità date dall’azienda successivamente al licenziamento per collegarle e sostituire parzialmente l’indennità pubblica di disoccupazione di modo da avere effettivamente un risparmio che coincida con la detassazione precedentemente applicata.
Tutto questo significa che si sono spesi soldi per ottenere nulla un bel nulla, se non la propaganda su nuovi posti di lavoro che sono conversioni parziali di contratti a tempo determinato verso un contratto che costa meno.

Un conratto che è a tempo indeterminato ma che è privo di un qualsiasi paracadute per il licenziamento, quindi un contratto che determina l’astuto nome di “posto di lavoro stabile” che è stabile solo a parole e che al termine degli incentivi o alla prossima vicina crisi economica farà risalire la disoccupazione in maniera molto piu rapida rispetto a quando visto negli anni precedenti.

Ma d’altra parte viviamo in un paese dove ci siamo sorbiti la propaganda sulla legge Biagi e sullo stato dell’occupazione che derivava dall’adesione ad una moneta che non si svalutava, l’euro, un fuoco di paglia che ha creato danni, che però ha fatto gridare alla bonta di una legge sul lavoro Biagi con la disoccupazione al minimo storico, e poi si è vista anni dopo la bontà della legge quando la disoccupazione è andata oltre il 12%, ma nel frattempo la propaganda è stata fatta.

C’è da dire che il jobsact conteneva anche una detassazione con l’abbassamento del cuneo fiscale anche per chi risultava già assunto in precedenza, o almeno così è stato propagandato.

Pertanto,mi piacerebbe sapere che cosa è rimasto guardando la tabella qui allegata dopo il taglio degli incentivi che c’è stato dal 1° gennaio del 2016, se cioè è rimasto il taglio al cuneo fiscale per chi era già stato assunto, se questo taglio era per 3 anni er sempre, o se è scappato pure quello a gambe levate senza che nessuno se ne sia accorto…

 

Annunci