Ecco perchè legalmente Vendola non ha un figlio (italiano)

Giunge la notizia della nascita del figlio di nichi Vendola e del suo “compagno”, ho usato la “o” finale perchè si tratta di un maschio, cioè di due maschi che hanno un bambino.

Da notizie giornalistiche di cui non sono certo per cui potrebbero esserci degli errori, si dice che Vendola si sia recato in Canada e che una donna californiana abbia dato in affitto l’utero e tramite fecondazione artificiale.

Ma qui non si discute dell’adozione ad una coppia omosessuale di un figlio avuto senza fecondazione artificiale, che comunque non andrebbe presa troppo alla leggera.
Si discute invece una cosa diversa, la nascita di un bambino tramite fecondazione assistita da parte di una coppia omosessuale, tra l’altro da quello che risulta da notizie giornalistiche ne Vendola ne il suo compagno risultano essere padri biologici perchè per la fecondazione maschile è stato usato un canadese.

Quindi, se le supposizioni scritte in precedenza sono vere, c’è un problema serio e riguarda la nazionalità nel nascituro, nato biologicamente da madre californiana e da padre canese, e lo ricordo, in canada c’è pure lo ius soli.

Giustamente mi viene fatto notare che “in Canada i figli dei gay possono riconoscere entrambi il bambino e compaiono già nel certificato di nascita”, ma rimane il problema descritto in precedenza, nessuno dei due genitori è genitore biologico, quindi per la legislazione italiana in teoria si tratta di un’adozione e non dunque di una paternità.

E’ quindi quest’adozione deve seguire le regole che si seguono per le azioni internazionali, che ad oggi sono totalmente vietate per le coppie omosessuali ed anche per i single.

In poche parole tale figlio non è italiano, lo sarebbe stato se uno dei due genitori fosse il genitore biologico, questo dice la legge ed il codice civile, ma siccome nessuno dei due è il genitore biologico tale figlio non è italiano, pertanto è canadese e non può essere adottato da chi ha speso 130 mila euro, stando sempre a notizie giornalistiche, per organizzarne la nascita.

Il certificato di nascita fatto dal canada è nullo, l’unica cosa che si può fare in italia per stabilire se quel figlio è italiano è il test di paternità, ma nessuno dei due genitori è genitore biologico pertanto il testo darebbe risultato negativo.

Quindi a tutti gli effetti Vendola e compagno non hanno alcun figlio(italiano).

P.S.
“La cittadinanza del bambino. Determinante per la scelta del Paese-meta, anche prima dell’analisi dei costi, è la questione del riconoscimento giuridico: chi si affida a Canada e Stati Uniti, rientrando in Italia non rischia ripercussioni di carattere penale perché i neonati hanno cittadinanza e passaporto americani o canadesi e dunque non ci sono problemi di trascrizione dei certificati di nascita. Chi invece sceglie Russia e Ucraina deve fare i conti con il fatto che i bambini non hanno alcuna cittadinanza e per uscire dal territorio hanno quindi bisogno di un’autorizzazione da parte del Consolato. In questo passaggio, in presenza di sospetta pratica di utero in affitto, possono scattare le segnalazioni alla magistratura italiana e nei confronti delle coppie tornate in Italia può scattare l’inizio di un procedimento penale per “alterazione di stato di nascita”, reato punibile con la reclusione dai 3 ai 10 anni.”

fonte :http://www.repubblica.it/salute/2016/02/29/news/maternita_surrogata_i_paesi_dove_si_puo_fare-134491543/

P.P.S.
Bisogna cambiare comandamenti religiosi sono discriminatori e quindi incostituzionali:

Onora il padre e il padre!

Onora genitore 1 e genitore 2!

Annunci