Ministro delle finanze europeo può significare restituzione E.f.s.f.

Qualcuno ha detto : costituiamo il debito europeo, ma “da adesso poi“.

Tradotto significa che ogni paese dovrebbe arrangiarsi nel rifinanziare prio debito.

Ho già descritto quali gravi conseguenze avrebbe questo per l’italia, infatti ssendoci qualche cosa di piu sicuro e a piu buon mercato i nostri titoli avrebbero un rialzo immediato dei tassi, mentre quelli europei avrebbero rendimenti molto piu bassi ma sarebbero piu sicuri.

Dunque questo sistema danneggerebbe e non di poco la nostra economia.

C’è stata la proposta del ministro europeo delle finanze, e questa potrebbe essere una proposta positiva ma solo se lo spread smette di esistere.

E cioè, non un debito europeo sicuro emesso con eurobond al quale è aggiunto quello dei singoli stati con un proprio rifinanziamento che è sottoposto a speculazione finanziaria, ma un ministro europeo unico che però avrebbe anche dei poteri sui bilanci nazionali.

Questo consentirebbe all’italia, che ha un avanzo primario positivo, di poter godere dei tassi verosibilmente bassi e a tutta l’eurozona di avere un solo tasso di interesse.

Questo permetterebbe all’europa di emettere eurobond, che però vanno a sostituire il debito.
Beninteso che ogni stato mantiene la cifra assoluta sul suo debito, che quindi non viene mescolato.

Il punto è che l’emissione di eurobond la farebbe il singolo stato ma per tramite del ministro europeo delle finanze.
Se così non fosse, se cioè il ministro europeo delle finanze potesse emettere eurobond creando un proprio debito europeo, allora tali eurobond dovrebbero sostituire l’E.F.S.F.

Cioè, voglio dire, l’adesso in poi signica che i singoli stati si tengono il proprio debito, ma significa anche che i soldi versati nei vari fondi devono essere restituiti, visto che per crearli è stato fatto il debito che si vorrebbe far finanziare dai singoli stati.

Si perchè l’italia ha versato almeno 70 miliardi di euro ai vari fondi europei si stabilità, si presume che questi soldi debbano tornare indietro e che dunque il ministro europeo delle finanze stampi eurobond per pareggiare la cifra.

L’adesso in poi significa che l’italia deve avere indietro questi 70 miliardi con cui abbassare il proprio debito.

Secondo punto, quando da’ e quanto riceve l’italia.
Soldi degli altri fondi europei, l’Italia versa all’Ue molto più di quanto riceve
“l’Italia ha dato nel periodo 2007-2013, ben 109,7 miliardi di euro e ne ha ricevuti 71,8”.

Stiamo parlando di 40 miliardi ogni 6 anni, e non stiamo consiederando solo i soldi malauguratamente non spesi dovuti ad una cattiva gestione.

L’adesso in poi significherebbe che una cosa del genere viene tolta di mezzo, che il ministro europeo delle finanze da’ ad ogni stato esattamente quanto quello stato da’ all’europa.

Se vengono tolti i 70 miliardi di debito(sui quali paghiamo interessi salati), se viene cancellata questa assurdità del regalare 40 miliardi all’europa, il bilancio italiano è pienamente in grado di reggersi sulle sue gambe anche in assenza di qualsiasi ministro delle finanze europeo.

Il problema è non passare per polli, perchè se si considerano le cifre partendo dal 2001 invece che dal 2007, non sono 40 i miliardi che l’italia ha regalato, sono quasi 100 e sono andati a paesi europei che hanno creato degli incentivi alle imprese italiane che delocalizzavano.

Cioè noi abbiamo pagato le nostre imprese per farle andare via e in cambio abbiamo avuto la vittoria dell’ultra destra in polonia e la quasi troika in Italia.

Articoli correlati:

Banca centrale europea franco-tedesca si accorge dopo 18 anni che manca ministro €:
https://giamps78.wordpress.com/2016/02/11/banca-centrale-europea-franco-tedesca-si-accorge-dopo-18-anni-che-manca-ministro-e/

Che significa debito comunitario UE “da adesso in poi”??
https://giamps78.wordpress.com/2016/01/18/che-significa-debito-comunitario-ue-da-adesso-in-poi/

Non serve chiedere flessibilità servono i nostri 8 miliardi di euro:
https://giamps78.wordpress.com/2016/02/03/non-serve-chiedere-flessibilita-servono-i-nostri-8-miliardi-di-euro/

 

 

 

Annunci