Banca centrale europea franco-tedesca si accorge dopo 18 anni che manca ministro €

Banca centrale europea franco-tedesca si accorge dopo 18 anni che manca ministro €.
buona proposta solo se tassi di interesse sui debiti sono uguali per tutti

Se lo spread si azzera con la creazione del ministro delle finanze europeo noi siamo a posto.
Avendo un avanzo primario positivo, se i tassi di interesse si attestassero a livelli tedeschi, significa riuscire a bloccare ed anzi far scendere in cifra assoluta il debito pubblico.
In pratica risolvere il problema in partenza, anche solo mantenendo una crescita del prodotto interno lordo dello 0,5% ogni anno, a queste condizioni si può abbassare ulteriormente il debito.
Porsi in una situazione di questo tipo significa non avere piu il cappio al collo.
La Germania ci ha fregato e alla grande in questi ultimi 20 anni, ha fatto i suoi interessi CONTRO gli interessi del sud-europa.
Il suo debito è piu basso proprio perchè il suo metodo di lavoro è stato semplicemente uno : giocare contro il sud italia.
Quindi alla fine se giochi contro ti trovi ad essere messa meglio, quindi ottieni i tassi di interesse più bassi.
Ma non mi pare che prima dell’euro la Germania stesse messa così bene come oggi.
Basta vedere la notizia di ieri sul surplus commerciale, ancora in aumento, al 6% mentre dovrebbe essere al 3%.
Ma se c’è una compensazione in ambito di tassi di interesse sui debiti pubblici degli stati, allora questo 6% è pure utile anche agli altri.
Se da una parte si dice che la Germania ha avuto un grande surplus commerciale(in pratica dismettendo acquisti nel sud italia e aumentando quelli esteri) ma dall’altra tutti gli stati che hanno questa penalizzazione hanno gli stessi tassi di interessi sul debito della Germania, c’è una riparazione del danno.
Altrimenti sarebbe incomprensibile, la Germania ci frega con il surplus, ci toglie prodotto interno lordo e a causa di questo ci fa pagare di piu il rifinanziamento del nostro debito chiedendoci pure poi infine di fare le riforme.
Tutto questo fatto grazie anche ad un potentissimo mondo bancario, quello tedesco, che insieme a quello inglese(che usa ancora la sterlina) la fa da padrone in europa.

Naturalmente tutto questo però deve presupporre una cosa basilare, e cioè che la banca centrale europea è diventi di proprietà dell’eurozona, così come la banca d’inghilterra è di proprietà del regno.

Il che significa che se alla Banca europea degli investimenti(anche questa dovrebbe diventare di proprietà dell’eurozona) servono soldi, ci può pensare la BCE.

Aggiungo: BASTA INTEGRAZIONE CON CHI NON HA L’EURO.
CHI NON HA L’EURO SMETTA DI DARVERE(SOLITAMENTE DI PIU DI QUELLO CHE DA’).

I fondi europei siano solo per coloro che hanno l’euro, SI ELIMINI IL COMMISSARIO EUROPEO E SI SOSTITUISCA A QUELLO IL COMMISSARIO EUROPEO DELL’EUROZONA, COM POTERI DIFFERENTI.

Non si può stare fuori e godere del vantaggio di non avere l’euro e poi godere anche dei finanziamenti europei, i nostri soldi non possono piu andare a finanziare fondi europei in paesi dove non si utilizza l’euro.
Diamo 20 miliardi e ne riceviamo 12, ogni anno, da 15 anni.
Basta fare i conti per capire quanto ci hanno fregato.

Naturalmente, il parlamento europeo, deve dotarsi di uno regolamento, che permetta un giorno alla settimana la presenza dei soldi deputati dell’eurozona per prendere decisioni e per parlare della politica monetaria.

P.S.
Se ci sarà ministro unico delle finanze in europa e se tutti gli stati avranno lo stesso spread, i fondi EFS non sono necessari, una parte potrebbe essere restituita per abbassare il debito e l’altra parte potrebbe servire per gli investimenti del piano di Jean-Claude Juncker.

Annunci