Il patto scellerato “progresso-perdita dei valori”

Adesso bisogna respingere questo mastodontico attacco con tutta l’energia necessaria. dopo 20 anni ormai la gente ha perso materia grigia.
Bisogna eliminare questa ideologia strisciante che penetra nei muri delle abitazioni, questo cavallo di troia mediatico.
Ma per fare questo bisogna che le menzogne professate in tutti questi anni siano riconosciute da tutti come tali.
per poter tornare a delle vite normali devono cambiare molte cose.
Innanzitutto va rotto il patto “progresso-perdita di valori” , basta svendite della nostra identità e della nostra sovranità in cambio della finzione del poter fare quello che si vuole.
Non è così, non si può fare quello che si vuole, è solo una illusione venduta a dei poveri sprovveduti, una bugia.
In poche parole : sveglia, vi hanno preso in giro.
Non c’è nessuna uscita dal tunnel, le cose sono destinate a peggiorare sempre di piu, state vivendo sopra ad un grande e colossale inganno.
Vi stanno dicendo che potete vivere senza regole, che potete fare ciò che volete, è una fregatura, ma lo scoprirete quando sarà troppo tardi, quando la vecchia società sarà estinta.
E’ un patto scellerato che va rotto.
Vi stanno usando e voi siete degli utili idioti.
Il sistema economico che lor signori hanno studiato nelle loro università non sta in piedi ne dal punto di vista logico ne dal punto di vista matematico.
E’ necessario l’intervento pubblico nell’economia,è necessaria una nuova divisione del lavoro, è necessario che l’interscamio commerciale non crei dipendenza, sia un qualche cosa di certamente utile, ma sia un dippiù.
Basti sapere che prima della fine del secolo il 90% degli operai nel mondo non sarà piu presente.
Le macchine sostituiranno gli esseri umani.
Nel contempo il pianeta si va sovrappopolando e l’arte intesa come il saper fare qualche cosa di artigianale tenderà a scomparire e ad omologarsi.
Tutto questo mentre le persone sono sempre piu dipendenti dalle nuove tecnologie ed hanno una finzione di intelligenza.
Il mix di questi fattori provocherà la fine della rivoluzione industriale e probabilmente porterà con se la fine di ogni sovranità popolare.
Nuove ideologie piu pericolose del nazismo, di cui già oggi si possono ammirare anche se per sicurezza si tengono a distanza, avranno un manto velato di perfezione e riusciranno a convincere le persone che faranno le cose peggiori convinte di fare quelle migliori.
Non esiste un limite,anzi, un limite ancora oggi c’è e siamo noi.
Siamo ancora in tempo per abbandonare questa ideologia meschina.
Questa crisi economica ci sta dando la possibilità di ribaltare il verdetto.
Il tutto sarebbe dovuto finire con una bella guerra, perchè avrebbero fatto qualsiasi cosa, anche la guerra, piuttosto che ammettere che ogni cosa da loro studiata in ambito economico è semplicemente falsa.
Se si riuscirà a terminare questo sfruttamento indebito è fatta, ma serve una forte proposta alternativa altrimenti si va verso il nulla.
E la proposta alternativa c’è, si chiama lavori pubblici comunali, si chiama abbandono di ogni trattato di libero scambio, si chiama servizi gratuiti e non soldi ai pensionati, si chiama stop al libero mercato e alle speculazioni borsistiche.
Questo non significa bloccare completamente il progresso, ma non essere piu dipendenti da questo progresso incanalato dai poteri forti verso la nostra schiavitù.
La ricerca scientifica è neutra, ma come ogni cosa può essere usata per fare del bene o per fare del male.
Tutto ciò che dipende dai grossi capitali privati è studiato a tavolino per costituire un ritorno economico a quei capitali stessi, che in cambio chiedono la nostra sovranità e la otterranno perchè in futuro non potranno essere fermati.

La risposta alla dipendenza,che queste persone creano apposamente,si chiama autoconsumo che non è solo il km zero per il cibo.
L’autoproduzione permette di spezzare le catene della globalizzazione internazionalista.
Autoproduzione che non deve portare all’isolamento, il libero mercato è giusto che resti, ma togliendo la dipendenza il libero mercato avrà una faccia diversa da quella che ha oggi.

Non ci sarà piu l’agenzia di rating che minaccia il debito pubblico degli stati, non ci saranno piu i politici pagati per autosostentamento del sistema che fanno leggi contrarie al popolo.

La ricerca scientifica può continuare ad esistere, pure se fosse privata(del piccolo privato), ma non sarà piu finalizzata alla futura speculazione ottenuta vendendo un farmaco, ma per il bene comune.

Purtroppo quelle persone sono disposte anche ad usare l’arma della guerra pur di non perdere il potere.

Annunci