Il gigantesto equivoco su riduzione costi di beni e servizi

la lotta all’evasione fiscale che procurerebbe i soldi necessari per uscire dalla crisi e risanare il debito pubblico è una invenzione.
Infatti la maggior parte dell’evasione fiscale esiste perchè le aziende e gli individui non riescono a reggere la concorrenza con gli stranieri in quanto le tasse sono elevatissime rispetto ad altri stati.
Perciò se il tuo piano per l’emersione andasse a buon fine avremmo probabilmente dimezzato il gettito in quanto la metà delle aziende chiuderebbe in pochi giorni non riuscendo a vendere la merce ad un prezzo così alto , quindi non avresti maggiori entrate ma l’opposto.
Non voglio comunque giustificare l’evasione fiscale, ma voglio solo far notare che le dinamiche economiche sono un tantino piu complesse di quello che sembra.
L’unico sistema per rimettere in piedi il paese Italia è quello di abbassare costo della vita e costo del lavoro , abbassarlo rispetto agli altri paesi, avere quindi l’una inflazione piu bassa rispetto ai paesi emergenti, per un bel pò di anni, è l’unica soluzione per rendere concorrenziali le merci.
Comunque le mie proposte vanno in tutt’altro senso.
 
Aggiungo, se anche ci fossero queste nuove entrate fiscali, sarebbe un serpente che si morde la coda perchè aumenterebbe anche la spesa pubblica.
Questo non farebbe chiudere di meno le attività e ci troveremmo solo poco tempo dopo in una situazione ben peggiore di quella odierna.
 
Attenzione a non confondere un punto fondamentale.
Un euro può avere maggiore o minore potere d’acquisto.
Ad esempio questo mese i prezzi alla produzione sono calati dello 0,7%.
Ma se questo minor costo di produzione non si traduce poi in un minor costo del prodotto, e questo a causa del maggior guadagno che si vuole trarre al termine della filiera o adirittura perchè tale parte di filiera risulta indebitata dai maggiori oneri precedenti e tenta di recuperare il terreno perso in precedenza, significa che l’acquirente troverà tutto ad un prezzo piu elevato.
 
Che dunque non ha alcun senso diminuire il costo alla produzione se poi la filiera non fa altrettanto e magari se ne approfitta, come nel caso delle compagnie aeree che ottengono maggiori introiti mantenendo lo stesso costo dei biglietti.
 
Ci troviamo in una situazione nella quale la filiera nutre i giornali ed i politici, a scapito dei cittadini, a scapito di chi crea inizialmente i prodotti che vengono ridotti alla fame e chiudono le produzioni.
 
L’inter-nazionalizzazione delle produzioni e l’assenza di regole sulle transazioni ci ha messo nella peggiore situazione possibile, si è creato un legalissmo caporalato internazionale che ci fa arrivare merci da persone che lavorano per 1 dollaro all’ora.
Ma quel dollaro da loro guadagnaro ha un valore superiore ad 1 euro che verrebbe guadagnato qui a causa della differenza del costo del lavoro e della vita in base al potere d’acquisto.
 
Il dire che noi dobbiamo abbassare il nostro costo della vita e il nostro costo del lavoro è fallimentare se nello stesso tempo non si abbassano i costi dei servizi e dei prodotti.
 
Ma attenzione C’E’ UN GIGANTESCO EQUIVOCO, non so se ci si rende conto che sono le medesime parole rispetto a quelle usate dai liberisti ma hanno un significato ben diverso.
 
Loro per “abbassamento dei costi ” intendono privatizzazione, perchè loro ritengono che la privatizzazione serva per abbassare i costi e guadagnare competitività, e questo è errato e ci sono molti esempi di privatizzazioni fallite dove poi lo stato ha messo i soldi, o di zone non coperte dal mercato perchè sono zone in perdita, dove i cittadini non hanno potuto nemmeno attaccarsi al tram.
 
Uso le stesse parole “diminuzione dei costi” ma mi riferisco ad un processo ben diverso, che è quello spiegato in precedenza.
 
Se uno guadagna la metà di prima ma mantiene inalterato il potere d’acquisto, diminuiscono i costi e migliora la competitività.
Se è vero che le importazioni saranno piu costose, è anche vero che i prodotti da noi creati saranno maggiormente coperti da quelle importazioni appunto perchè saranno piu costose, e quindi i posti di lavoro saranno maggiormente salvaguardati.
E in piu ci sarà una maggiore capacità di penetrare i mercati con le esportazioni.
Annunci