Antipolitica renziana: aprire indagine per corruzione e voto di scambio

Si può parlare di atto corruttivo?
Dal mio punto di vista si, corruzzione per opera del presidente del consiglio che usa soldi pubblici regalandoli ai partiti.
Chiaramente non può darli ai soli partiti della maggioranza, anche perchè la riforma costituzionale ha parecchi voti anche dall’altra parte.
Perciò fingendo che si tratti di un comune finanziamento ai gruppi, regala in giro soldi pubblici e tutto senza che questo generi l’apertura di un’inchiesta da parte della magistratura.
oltre 40 milioni di euro assegnati non grazie una legge rispetto al voto degli elettori, ma a gruppi parlamentari la maggior parte dei quali non si è presentata davanti agli elettori.
Diffido inoltre di parlare di partitini in questi termini.
Partitino ha due significati, uno dei quali non distingue la grandezza del partito ma solo il suo valore politico.
La democrazia ESIGE che siano rappresentate in parlamento delle forze politiche anche composte da un solo rappresentante, ma queto evidentemente lo devono decidere gli elettori.
Purtroppo questa legislatura sarà anche nota, oltre che per il tentativo di deformare la costituzione anche per strani record e precedenti importanti, quali l’utilizzo per la prima volta della ghigliottina da parte della presidentessa della camera, le sedute fiume su delle riforme costituzionali, la divisione in due della stessa seduta fiume etc etc..
E in piu sarà anche ricordata per aver avuto il piu alto numero di transfughi da una forza politica ad un’altra dell’intera storia d’italia.
Questo record probabilmente non sarà battibile, anche se devo dire che nella legislaura in cui è nato il Partito Democratico ci eravamo andati molto vicini visto che nessun elettore aveva votato per quella forza politica e si è ritrovato questo nuovo gruppo parlamentare spuntato dal nulla.

Invito dunque a distinguere chi ha fatto la campagna elettorale ed ha preso anche solo l’1% ottendo un seggo, che in virtu del principio costituzionale della ragionevole uguaglianza del voto deve ottenere i SUOI SEGGI SPETTANTI.
Inviterei gli antipolitici di destra e sinistra a non pensare che il rispetto per il voto dei cittadini vale solo se questi votano la propria forza politica e non vale per le altre in special modo quelle che un domani potrebbero essere competitivi.

Penso ad esempio a che sondaggi avrebbe oggi “rivoluzione civile” se i suoi voti non fossero stati rubati da un regime dittatoriale che ci portiamo dietro da oltre 20 anni.

Oggi rivoluzione civile sarebbe all’8%, ma è stata uccisa da partiti anti democratici tutti segretamente coalizzati.

La legge sul fianziamento pubblico ai partiti e ai gruppi parlamentari ci deve essere, ma tale finanziamento non può essere dato a pioggia ma solo dopo aver verificato le spese.

Non può essere nemmeno dato come una tantum nel momo in cui vengono tolti i finanziamenti pubblici, altrimenti dal mio punto di vista c’è il pesante sospetto che sia fatto come voto di scambio per ottenere l’approvazione della riforma costituzionale.

Eravamo ad un bivio, abbiam preso la strada sbagliata, si può tornare indietro e prendere quella giusta.

Annunci