Riforme : un bundesrat europeo

Possibile riforma costituzionale europea:
Se facessero un nuovo trattato europeo in cui si dice che le seconde camere degli stati deliberano a maggioranza assoluta il comportamento tenuto dalla delegazione di europarlamentari eletti nelle circoscrizioni dello stesso stato, creando così il bundesrat europeo,sareste d’accordo?
Oppure si direbbe no, perchè gli europarlamentari devono avere libertà di voto e non possono essere condizionati?
Io non sono d’accordo sull’elezione indiretta, ma piuttosto di lasciare tutto in mano ai presidenti del consiglio, anche se fossero eletti direttamente, reputo come migliore l’opzione sopra descritta dove c’è una collegialità ampia.
Se così fosse si potrebbe togliere ai governi nazionali alcune facoltà oggi riconosciute, lasciando che sia il senato cioè che siano le seconde camere europee ad esprimere i pareri che oggi esprime il governo.
In questo modo ci sarebbero un riequilibrio e una maggiore omogeneità tra i poteri dello stato e tra i poteri dell’unione europea con i territori.
Allora a quel punto la prima camera voterebbe la ratifica dei trattati internazionali ma la seconda camera farebbe partire l’iter legislativo grazie al suo potere di veto posseduto anche da tutte le altre seconde camere europee e in piu e lo farebbe approvare nel parlamento europeo.
Si tratterebbe cioè di avere un parlamento europeo non piu basato sui partiti politici, ma sugli stati di appartenenza, un bundesrat europeo, appunto.
Si tratterebbe poi di avere una prima camera europea, formata da soli 100 eurodeputati, distribuiti in base alla popolazione di ogni stato a cui sono chiamati a partecipare i governi dei singoli stati.
Il presidente della commissione europea è in realtà eletto da questi 100 eurodeputati, si legherebbe cioè l’elezione dei governi nazionali all’elezione della commissione europea.
Quest’aula con 100 rappresentanti è chiamata a trattare tutti gli argomenti che oggi sono trattati dai governi nazionali nelle riunioni europee, compreso il consiglio europeo, ed ha delle sedute quasi esclusivamente pubbliche.
In pratica si smetterebbe di sentire il gossip di tizio che se la prende con caio piuttosto che con sempronio, ci sarebbe la diretta delle riunioni e le decisioni sarebbero prese tramite una votazione ripresa dalle telecamere.

P.S.

Gli stati che non hanno una seconda camera, e sono pochi, ne istituiscono una.

Annunci