Venerdi nero delle borse: manca poco al game over

Ho tentato di spiegare loro che tutti i calcoli fatti in questi decenni sono clamorosamente sbagliati.
La situazione economica non si muove su una linea retta di inflazione, debito, prodotto interno lordo e tutti idatti che queste persone continuano ad offrire ai media.
Il tutto si muove secondo un cerchio, se tu hai l’inflazione del 3% quest’inflazione non è fine a se stessa di quello specifico anno in cui è verificata ma fa parte di quel cerchio macrosistemico che tornerà al punto di origine solo decenni piu tardi.
Invece loro sono convinti che si possa andare avanti come se vi fosse una strada senza fine, ma in realtà si sta solo girando in tondo e il completamento del cerchio è delimitato temporalmente da 5 o 6 decenni all’interno dei quali se si fanno le scelte sbagliate si arriva prima degli altri stati al compimento di tale percorso oppure si riesce a ritardare tale movimento che può pure diventare un’ellisse.
Ho tentato di spiegar loro che l’imposta sul valore aggiunto è una di quelle tasse che portano alla rovina totale del sistema economico…
Che non bisogna solo pensare all’economia che si fonda su tassi di interessi positivi ma deve essere cotruita anche per durare con i tassi di interesse negativi.
Ma queste personcine ti guardano dall’alto in basso e continuano a sparare le loro stupidaggini sul Giappone mentre non si rendono conto che le proprie economie stanno molto peggio.
E quindi non c’è nulla da fare perchè questa gente è convinta che se riesci a far pagare a qualcuno un qualcosa in piu stai creando un giusto e doveroso guadagno mentre invece nella realtà del ciclo economico pluridecennale stai creando una palla al piede per il futuro, per l’economia che è fondata sul debito pubblico dove vige il divieto di rifinannziare tale debito con la stampa di banconote se necessario acquistando anche quelle banconote a tassi negativi.
Siamo quasi arrivati al game over, non resta piu molto tempo per fare le scelte giuste.

Annunci