Buoni propositi 2016 : riforma elettorale

I problemi della legge elettorale sono sostanzialmente 2.
Il primo riguarda il ballottaggio ed il secondo le preferenze.
Partendo dalle preferenze si deve per forza aggiungere la possibilità di votare il leader di partito all’interno del singolo partito non coalizzato, in una lista che vada da un minimo di 3 ad un massimo di 5 persone.
Cioè a dire che al primo turno ogni partito deve avere almeno 3 candidati che si candidano a guida del partito.
Oggi questo manca totalmente, ci si affida ai sondaggi, ai media, alle primarie private dove si paga.
Il punto riguardante il ballottaggio è altrettanto semplice, il primo turno ogni forza politica deve poter correre in solitudine, cosìcchè l’elettore sceglie il singolo partito e come scritto in precedenza, un leader di quel partito tramite le preferenze.
Al secondo turno dovrebbero poter accedere tutte le forze politiche che hanno superato il 10%.
Quelle che non superano il 10% ottengono comunque nella ripartizione finale dei seggi una rappresentanza parlamentare anche se non proporzionata ai voti ricevuti, in pratica dimezzata, e tramite il diritto di tribuna le forze politiche che hanno ottenuto anche l’1% possono ottenere l’elezione di 1 o 2 rappresentanti, che sono coloro che al primo turno ottengono a livello nazionale il maggior numero di preferenze, con il sistema spiegato precedentemente.
Dunque si ottiene un secondo turno dove chi ha superato il 10% può se vuole coalizzarsi con altre forze politiche che hanno superato il 10%.
Il premio di maggioranza dato al secondo turno non può sempre essere del 55% indipendentemente dal numero di voti ricevuti al primo turno, ma deve tenere conto di questi.
Quindi, nel formare le coalizioni che partecipano al secondo turno e nel dare successivamente il premio di maggioranza, si tiene conto del numero dei voti ottenuti sia al primo turno, dalla coalizione che si è formata, sia al secondo turno.
Dunque il premio potrà essere del 51%, del 53% o del 55%.
Se un partito o una coalizione di partiti ottengono al secondo turno un voto in piu delle altre coalizioni, ciò non basta per ottenere automaticamente il 55% dei voti.
Ci devono essere delle regole che permettano un bilanciamento in base ai voti ottenuti.
Siccome il secondo turno non è un ballottaggio ma vede probabilmente 3 o 4 schieramenti(formato da forze che hanno superato il 10%) è probabile che nessuna coalizione riesca a superare il 50% dei voti, in questo caso dovrebbe essere evitente l’impossibilità di assegnare il 55% dei voti, ma se viene superato il 40% dei voti al secondo turno il premio sarà del 53%.
Mentre se il risultato per la coalizione che ottiene un voto in piu al secondo turno è inferiore al 40% la percentuale del premio porterà il numero di seggi ad essere del 51% e solo poi, dopo le elezioni, tale coalizione potrà stupulare accordi sia con le forze politiche che al primo turno sono rimaste sotto il 10% ed hanno ottenuto il diritto di tribuna sia con quelle che quel 10% lo hanno superato.

In questo modo il sistema viene equilibrato chè si tiene conto del numero dei voti per dare il premio e chi ottiene un voto in piu degli altri ma ha cifre elettorali al di sotto del 30% non può pensare di ottenere il 55%, ma ottiene il 51% che in pratica non consente di governare in solitudine, anche se ci si può sempre provare.
Allo stesso tempo l’assenza di sbarramento elettorale permette a qualsiasi forza politica di invogliare il proprio elettorato ad andare a votare al primo turno per eleggere dei rappresentanti, che saranno utilissimi per gli equilibri di governo.

Per non parlare poi delle preferenze sui parlamentari, fino ad ora si è considerata la preferenza per i leader, ma è ente che il potere legislativo deve essere scelto dai cittadini attraverso la competizione tra candidati delle medesime forze politiche e non può essere il futuro esecutivo ad aver scelto parte degli eletti.

Articoli correlati:
Buoni propositi 2016 : riforma costituzionale:

https://giamps78.wordpress.com/2015/12/28/buoni-propositi-2016-riforma-costituzionale/

Annunci