Il decreto salvabanche è stato fatto per quelle 4 banche

Il decreto salva banche è stato fatto dal CDM esattamente per quelle 4 banche, sicchè il giorno prima gli obbligazionisti suordinati non avrebbero perso tutto, il giorno dopo grazie al decreto hanno perso tutto.
Dunque c’è poco da fare, qualcuno ha deciso che 10 mila persone dovevano perdere i loro averi, lo ha deciso in consiglio dei ministri.
Le banche sarebbero fallite prima del 1° gennaio 2016, quindi non si sarebbe applicata la normativa europea, e quegli obbligazionisti non avrebbero perso tutto.
Ma poi c’è un secondo filone di ragionamento.
Adesso che tutti sanno che quelle subordinate sono le prime ad essere prese di mira, varranno zero, cioè nessuno vorrà piu sottoscriverle.
Questo significa che se una qualsiasi banca fallisce e si ritrova zero obbligazioni subordinate, i soldi vengono presi COMUNQUE ai correntisti.
E lo stesso sarebbe successo per quelle 4 banche, se non ci fossero state obbligazioni subordinate i soldi del fallimento sarebbero ricaduti sui normali correntisti.
Quindi è falsa l’affermazione secondo la quale il decreto salvaguarda i risparmiatori, in quanto da qualche parte i soldi dovranno in ogni caso essere presi.
E’ stata una vigliaccata quella di fare un CDM per decidere che quelle 10 mila persone dovevano perdere soldi mentre le altre no, ben sapendo che quel decreto è stato fatto appositamente per quelle 4 banche.
Senza alcun preavviso, un decreto applicato il momento successivo da quelle 4 banche che non aspettavano altro, e naturalmente senza avvertire gli obbligazionisti, altrimenti, se fossero stati avvertiti, i soldi delle perdite a bilancio sarebbero stati presi dai correntisti, che invece sono stati salvaguardati, ma solo perchè c’erano 750 milioni di perdite nelle obbligazioni subordinate.
Quindi qui c’è poco da fare, il governo ha agito con un decreto d’urgenza e ha tolto tutto il denaro a 10 mila persone tramite un voto, non ho capito se c’è già stata la conversione in aula, ma ogni eventuale modifica del parlamento potrebbe eliminare retroattivamente questo scempio.
Non va dimenticato nemmeno il decreto fallimenti, un provvedimento estivo passato sotto silenzio.

Annunci