attacco a Parigi: come fermare il terrorismo

Gli attentati terroristici di  confermano ancora una volta, se ce ne fosse ancora bisogno, che va cambiato al piu presto il sistema economico.
Il capitalismo d’assalto è molto piu spietato del peggiore terrorismo ed ha ucciso nel mondo molte piu persone, ma lo ha fatto subdolamente.
I cittadini devono sapere che continuando ad appoggiare questo sistema saranno sempre meno sicuri per le strade.
Devono sapere che tutte le telecamere, l’implementazione delle intercettazioni telefoniche a danno di tutti i cittadini, i check-point, il controllo satellitare e tutte le altre forme di controllo previste nel patrot act ed applicate in tutto il mondo NON POTRANNO DARE LORO ALCUNA SICUREZZA REALE.
La chiusura a chiave della propria autovettura, della propria casa, il senso crescente di diffidenza creano una situazione sociale dell’occidente che è in costante deperimento.
La gente però continua ad appoggiare il sistema,ha regalato la propria coscienza ai media e a loro questo sistema va benissimo.
Appoggiando questo sistema però si rendono complici del proprio governo e complici dei terroristi.
Terroristi che fino ad oggi non sono arrivati via mare o superando il confine, sono nati nel territorio dove hanno compiuto l’attentato e rispondono alle sirene integraliste proprio perchè la situazione sociale è sempre piu grave.
La strategia dei governi è fallimentare, il far finta che vada tutto bene, il far finta che si possa superare questa crisi economica e sociale senza far nulla, solo con la speranza.
Bisogna cogliere questo momento negativo per trasformalo in positivo, per fare quei cambiamenti economici necessari a ristabilite un modello sociale che oggi è letteralmente travolto.
I governanti si occupano molto di quelli che loro chiamano “diritti civili”, ma questa è solo un’arma di distrazione di massa dietro cui si nasconde l’involuzione della società è un attacco stesso alla nostra ultramillenaria società.
Non sono piu diritti per tutti, è invece la rottura della bussola sociale che creerà solo disordini e perdita di punti di riferimento.
I governanti sono vittime e allo stesso tempo servi dei poteri forti, loro cercano i capitali che impunemente si sono creati grazie a questo sistema economico e che oggi vengono utilizzati contro gli stessi stati ed i loro abitanti.
Vogliono togliere le frontiere e non sono in grado neanche di garantire la sicurezza all’interno del proprio territorio.
Questi governanti non sono in grado di fare le leggi che impediscano lo sfruttamento degli uomini su altri uomini, propugnano questa nuova schiavitù al mercato.
I disordini sociali che si vedono oggi non sono nemmeno paragonabili a quelli che si vedranno domani.
Affidarsi mani e piedi a questa economia di mercato significa produrre una insababile instabilità in ogni angolo del pianeta, e non solo.
Va tolto ogni alibi al terrorismo, ristabilendo l’equità sociale e insegnando il rispetto per la natura, se questo non bastasse allora gli interventi militari non saranno piu una conseguenza del sistema economico e non ci saranno piu scusanti.
Altrimenti il terrorismo è destinato a perdurare nel tempo, per molto tempo e nessuna misura di questi governanti potrà funzionare, e noi ci troveremo “per la nostra sicurezza” ad avere forti e inutili limitazioni alla nostra libertà personale.

Annunci