O adesione all'UE o dazi, oppure elimiamo regole e Parlamento Europeo.

L’islanda non ha l’euro e non fa parte dell’UE,ma fa parte di quella che una volta veniva chiamata CEE,con un trattato di libero scambio.
Quante velocità ha quest’europa che hanno costruito?
Perchè ci deve essere un parlamento europeo che impone regole, e gli islandesi non le hanno ed in piu hanno anche una propria moneta, ed inoltre possono vendere qui i loro prodotti senza nemmeno un dazio?
Perchè noi dobbiamo fare le riforme e licenziare a causa di questo sistema messo in piedi da degli sconsiderati mentre loro e tanti altri paesi quali la norvegia, Lichtenstein etc etc possono stamparsi la loro moneta, avere la svalutazione competitiva e non avere un parlamento europeo che impone le cose ai parlamenti nazionali?
Hanno costruito l’europa in un modo sconsiderato, ci sono paesi troppo diversi che hanno la stessa moneta ed i governanti non sono stati capaci nemmeno di far avere a tutti gli stessi interessi sul debito.
C’è la zona euro con una banca centrale e non c’è nessuna istituzione europea in grado di dettare una linea economica monetaria.
C’è il parlamento europeo che rappresenta molti piu stati di quelli che hanno l’euro, con altre 8 banche centrali ognuna delle quali è indipendente dalla Banca Centrale Europea e può liberamente fare le proprie politiche economiche.
Pur essendo dentro l’unione europea dunque alcuni stati hanno politiche monetarie differenti, ma devono comunque seguire i trattati europei e le direttive.
Poi ci sono altri stati confinanti con l’europa che oltre ad avere la propria moneta e una propria banca centrale, oltre a non dover seguire alcun regolamento o direttiva del parlamento europeo, gli basta l’adesione a Shengen e non hanno alcun dazio e possono commerciare liberamente con l’europa.
Così accade che nel mediterraneo le regole europee impediscano giustamente la pesca, in quanto sovrasfruttata e molte specie sono in via di estinzione, mentre l’islanda che aveva richiesto inizialmente di aderire all’unione non è piu entrata e non deve seguire alcun regolamento europeo, sono cioè liberi di pescare quanto gli pare e di venderci il loro pesce senza pagare nemmeno un dazio.
In piu, non contenti del danno economico fatto con l’euro forte in questi 10 anni, non contenti di essere politicamente inconsistenti ed incapaci di una qualsiasi politica vera con gli investimenti che non siano frutto di soldi privati ottenuti con la speculazione capitalista, i nostri governanti vogliono pure un trattato di libero scambio con mezzo mondo.
Io credo che non sia un caso se abbia vinto il centrodestra in Islanda facendo la campagna elettorale contro i regolamenti europei, infatti è questa europa a far vincere le destre.
Devono esserci i dazi per chi non rispetta le regole europee e dunque non fa parte dell’unione europea, oppure non devono esserci regole europee, non possono valere per noi ma non per chi ci vende la merce a prezzi ridotti grazie al deprezzamento monetario e all’assenza di regole.
Speriamo lo capiscano altrimenti la crisi ci farà sprofondare.

Annunci