Nuovo Senato: alleanze per ottenere 10 senatori in piu dopo il voto regionale

Io dicevo che le alleanze andavano fatte dopo il voto sulla base del voto popolare con il sistema proporzionale.
Loro invece sostenevano che le alleanze andavano fatte prima del voto per una questione di chiarezza con l’elettore e che andava assegnato un premio di maggioranza per dare stabilità al legislatore.
Bene, con queste riforma costituzionale hanno fatto un capolavoro, le alleanze si fanno prima del voto per eleggere il presidente di regione e dopo il voto per eleggere i senatori formando gruppi regionali fittizi al fine di avere il quoziente con il piu alto resto e ottenere così la maggioranza numerica in senato per poi sciogliere quei gruppi regionali il minuto successivo.
Mi pare che questa pratica sia stata condannata dalla corte costituzionale nella sua sentenza 1/2014 quando ha affermato che per ottenere il premio le forze politiche si univano per poi dividersi subito dopo.
Non è la stessa cosa, non c’è un vero e proprio premio, ci sono alcuni senatori che potrebbero essere una decina che cambiano i numeri in senato.
Ora io chedo come sia possibile che una legge costituzionale fatta da un governo che dispone di una maggioranza con dei numeri ottentuti da una legge elettorale dichiarata incostituzionale possa modificare 40 articoli della costituzione promuovendo delle norme palesemente incostituzionali.
A parte gli scherzi, non ho molta fiducia nella corte, non credo che questa legge se sarà approvata possa essere in qualche modo bocciata dalla corte costituzionale.
Perchè?
Per un motivo molto semplice, il virus maggioritario è entrato da oltre 20 anni nelle istituzioni, i giudici della corte bene o male rispondono a chi li ha eletti, perchè la loro imparzialità dipende da quelle regole di salvaguardia e di garanzia costituzionale messe in pericolo proprio dall’ideologia di questi politici.
E’ dunque è piu facile che venga meno la qualità della sentenza che riguarda il giudizio costituzionale e che prevalga il giudizio “politico”.
Questa legge costituzionale non fa altro che almare ancor di piu quel virus e aggravare questa situazione che ha stremato le istituzioni rappresentative ed il cui rimedio si è trovato nell’eliminazione stessa dei rappresentanti del popolo.
Ora avremo dei calcoli fatti fa forze politiche nazionali sulla ripartizione dei seggi regionali per trovare accordi in modo da ottenere un numero maggiore di senatori 2 settimane dopo il voto, in un senato che inizialmente doveva essere delle autonomie.
Come possa questa assemblea essere rappresentativa o delle istituzioni regionali o dei cittadini io onestamente non l’ho ancora ancora capito.
Sulla costituzione e sulle leggi bicamerali e quindi su funzioni legislative che il senato mantiene si formerà una maggioranza che non ha nulla a che vedere con le istituzioni regionali o con i cittadini.
E’ una delle tanti palesi incostituzionalità che continuo da mesi, inutilmente, a denunciare.
Ma d’altra parte questo parlamento ha votato la fiducia pure su una legge elettorale altrettanto palesemente incostituzionale.

Annunci