Analisi della proposta di Corbyn per un "PQE" del popolo

La banca centrale deve essere indipendente!
E da chi deve essere indipendente?
Dai cittadini!
Ogni singola moneta stampata da zero dalla banca centrale appartiene a tutti i cittadini, nessuno escluso.
Quei soldi non appartengono alle multinazionali del capitale privato, QUEI SOLDI APPARTENGONO A TUTTI I CITTADINI.
La proposta fatta Corbyn per cioè di fare un QE per il popolo è corretta in quanto il popolo è detentore del valore dato alla moneta che usa, molto di piu delle multinazionali che tentano di comprarsi la sovranità di uno stato.
La banconota stampata da zero va precisato, è una banconota PUBBLICA, questo per definizione, ed essendo pubblica, come un qualsiasi monumento o altro bene pubblico appartiene a tutti i cittadini.
L’investimento fatto con questo denaro non può certamente andare a finanziare proposte personali o personalistiche, devono essere utilizzate per fare il bene del popolo.
Va subito eliminata una disambiguità, quei soldi NON sono un prestito, quei soldi sono soldi pubblici che servono per fare un’opera pubblica che appartiene a tutti i cittadini non ad una singola compagnia privata.
Pertanto quei soldi non devono essere restituiti se non le caso di un prestito ai privati.
Infatti prestando quei soldi ai privati si certifica che quei soldi non sono usati per l’interezza del popolo ma solo per una piccola parte di esso, indipendentemente dalla finalità.
In quel caso stampare denaro e metterlo nei fondi ESCO per il risparmio energetico significa fornire un prestito pubblico che poi deve essere restituito, anche se la finalità è una riduzione delle emissioni nell’atmosfera ed un miglioramento della competitività delle singole imprese che utilizzano tali fondi.
Anche se grazie a quei fondi ESCO riparte la produzione di quei beni che creano il risparmio energetico e migliora il prodotto interno lordo e migliora la situazione di tutti i cittadini in maniera indiretta.
Quindi c’è questa distinzione, se invece la banca d’inghilterra stampasse 20 miliardi il frutto dell’infestimento non può che essere un bene pubblico.
Ma proprio qui cominciano i problemi.
Come può il capitalismo d’assalto vedere un bene pubblico far concorrenza ai privati e indirizzare le abitudini dei cittadini con l’effettivo intervento dello stato nell’economia?
Tutto ciò non è per loro ammissibile, loro hanno il controllo dei media, loro hanno il potere sui politici e sui fondi per le campagne elettorali, loro devono lucrare indirizzando le scoperte dalla parte in cui a loro fa comodo.
Come possono ad esempio i petrolieri accettare che una banca stampi dal nulla 20 miliardi per creare in tutto lo stato delle colonnine pubbliche di ricarica e far concorrenza verde?
O costruire dei pannelli solari per creare quell’energia poi usata dalle automobili elettriche?
E’ chiaro il conflitto di interessi di questa borsa e di questi uomini politici e dello stato stesso che tramite le tasse ottiene delle entrate fiscali proprio sui prodotti petroliferi che nel regno unito hanno un prezzo al litro tra i piu alti se non i piu alti d’europa.
A nessuno verrebbe in mente di ELIMINARE la tassazione sui carburanti e di triplicare il bollo automobilistico.
A nessuno verrebbe in mente di MODIFICARE la tassazione aumentando quella sulla vendita di auto che usano fonti fossili e riducendo quella sulle auto elettriche.
Oggi si può affermare senza paura di essere smentiti che deve esserci un equilibrio tra intervento dello stato in economia ed intervento dei privati.
Cioè l’assunto che vuole il divieto dell’intervento pubblico in economia, il divieto della stampa di banconote da parte della banca centrale SI SONO RIVELATI TOTALMENTE FALLIMENTARI.
E non si tratta di un caso se oggi ci troviamo con le banche centrali costrette a stampare denaro e costrette perfino a salvare le banche.
Se manca quest’equilibrio prima di tutto falliscono i diritti costituzionali di sovranità popolare, poi quelli di libera iniziativa traviata da pochi capitali privati che decidono la direzione che il mondo deve predere, possedendo i media, piegando la sovranità popolare tramite le agenzie di rating, offrendo titoli spazzatura con il solo fine del profitto e del successivo e risotoratore default.
E’ il bene pubblico viene minacciato e subisce una coercizione che in futuro sarà sempre piu pressante.
Basta immaginare cosa succederà in futuro quando il valore di un essere umano sarà inferiore a quello attuale, perchè magari sostituito in maniera ottimale dai robot.
Sarà un futuro nefasto dove il popolo varrà zero, dove non ci saranno diritti civili.
Per questo la sovranità deve appartenere al popolo, così come la sua moneta.
Qualcuno si è lamentato del comunismo, ma lo scenario che si va costruendo è ben peggiore.

Articoli correlati :
“governo unico mondiale” for dummies
https://giamps78.wordpress.com/2015/10/06/governo-unico-mondiale-for-dummies/

Annunci