Per i renziani qualsiasi cosa è manipolabile ai loro interessi.

Parlano di legge costituzionale già modificata 130 volte.
Loro hanno chiuso la doppia conforme con una seduta fiume e l’aula mezza vuota.
Hanno fatto e disfatto la loro tela sul titolo V e vari altri punti e non c’è costituzionalista che dice che il testo non sia peggiorato.
Le 130 modifiche se le sono fatte da soli con l’aula mezza vuota, e forzando la mano alle 4 del mattino.
Ma davvero si può parlare di intoccabilità della doppia conforme dopo che si vogliono modificare ben 40 aticoli della costituzione con questi mezzi?
E’ nel loro stesso interesse non fare questi discorsi ed aprire alle modifiche votate nella doppia lettura conforme, sempre se sono interessati ad avere una riforma costituzionale votata da altre parti politiche.
Invece fanno l’opposto e si arroccano difendendo gli errori che hanno fatto fin qui durante l’iter costituzionale.
E allo stesso tempo aprono un dialogo, ma non nel parlamento ma nel partito, per trovare quei 20 voti in piu che guardacaso mancavano per continuare con l’approvazione del testo.
I renziani credono di avere a che fare con dei fessi, pensano veramente che qualsiasi cosa sia manipolabile ai loro interessi.

Spieghino come può una costituzione chiamarsi repubblicana e democratica quando si permette, tramite alcune disposizioni costituzionali, che in una qualsiasi occasione con 7 deputati in commissione e una maggioranza semplice in aula,si impedisce ad un qualunque deputato la presentazione anche solo 1 emendamento ad un qualsiasi testo.

Io questa la chiamo dittatura, della maggioranza, ma pur sempre dittatura visto che quella maggioranza è pure minoranza nelle urne.

Quindi creano un monocameralismo allargano la platea di coloro che possono impedire ai deputati eletti dal popolo di presentare anche solo 1 emendamento, fino a ieri solo il governo poteva farlo ponendo la questione di fiducia.
Da domani mattina il governo potrebbe avere anche il braccio armato dei gruppi parlamentari.
Ed hanno il coraggio di parlare di non meglio definiti statuti dell’opposizione.

Ma basta fare i conti di tutte le nefandezze che si possono fare in aula per capire come non vi sarà alcun diritto dell’opposizione se non quelli “concessi benevolmente” dal presidente del consiglio.

Qui sta mutanto la repubblica parlamentare in un qualche cosa di diverso, come si fa a mistificare la realtà e a lavarsi la coscienza in questo modo?

Vediamo quando saranno loro all’opposizione dei 5 stelle cosa faranno mentre verrà discussa una legge che smantella le cooperative, quando magari non sarà concesso nemmeno la presentazione di 1 solo emendamento.

vediamo, perchè mica staranno al governo per sempre, quelle regole poi le usano anche gli altri.

Vediamo se diranno in futuro che non c’è alcuna dittatura o se si sveglieranno quando a subire saranno loro.

Annunci