Senatorum porcate repubblicae

Stanno mettendo in discussione l’unità della repubblica inserendo in costituzione le leggi regionali per l’elezione del senato, cioè che ogni regione si faccia la sua legge per l’elezione dei senatori.
Queste sono le stesse persone che poi si lamentano delle 20 sanità differenti.
Ma la cosa buffa è che su qualsiasi cosa riescono miracolosamente a fare l’esatto contrario di quello che andrebbe fatto.
Non so se hanno la sfera di cristallo messa al contrario!
La legge elettorale del senato andrebbe fatta dal senato, con una maggioranza qualificata.
No, devono essere le regioni a farsela e già si è visto come le regioni intendono le leggi elettorali.
Non c’è una sola regione che abbia il sistema proporzionale, non c’è una sola regione che abbia dato alla minoranza la presidenza della giunta regionale, questo perchè negli statuti non esiste la maggioranza qualificata per l’elezione degli organi di garanzia(dove sei costituzione?).
Ovunque sono presenti gli sbarramenti ed ovunque il numero dei consiglieri è diminuito di oltre il 30%,togliendo drammaticamente rappresentanza popolare.
Scelta sbagliata perchè quella giusta era di dare al senato la possibilità di creare le linee guida sulla legge elettorale.
E’ una repubblica che funziona al contrario.
Non si vuole un senato dell’unicità repubblicana perchè questo indebolirebbe la camera dei deputati, meglio favorire le regioni dando questa possibilità di crearsi leggi elettorali proprio nel momento in cui tutte insieme nel luogo unitario avrebbero dovuto confrntarsi e legiferare con ovviamente una maggioranza qualificata.
Così come la costituzione repubblicana avrebbe dovuto dare al senato la possibilità di utilizzare l’interesse nazionale per modificare tutti gli statuti regionali, anche quelli delle regioni a statuto speciale, ma evidentemente anche qui solo con votazione a maggioranza qualificata e solo con almeno 2 votazioni distanti almeno 3 mesi l’una dall’altra.
Si ma parliamo di senato proporzionale, evidentemente, non di porcellum 2 la vendetta, cioè un senato eletto con il maggioritario in cui le soglie di garanzia possone essere facilmente bypassate.

P.S.
E’ evidente che se l’emendamento all’articolo 2 è quello serve una norma transitoria in sede di prima applicazione.

Annunci