Pensioni : il prestito garantito è una buona idea

Ultimamente è uscita l’idea di un prestito garantito per chi vuole andare in pensione anticipatamente.

Credo che questa sia proprio una bella idea che potrebbe cancellare in un solo istante sia lo spettro dei prepensionamenti per pochi privelegiati che quello del reddito minimo per gli over 55 che sono disoccupati.

Naturalmente io ritengo che si debba partire dal fatto che chi ha lavorato può andare in pensione anticipata, chi ha versato pochi contributi non dovrebbe ricevere una quantità di denaro superiore a quelli versati e in tal caso dovrebbe avere dei lavori socialmente utili da svolgere per ricevere dei soldi.

Il problema è sempre lo stesso, l’abuso di diritti finisce per togliere ogni diritto, ed è quello a cui stiamo assistendo oggi.

Il prestito garantito è una buona idea, lo stato magari attraverso cassa depositi e prestiti,permette di ottenere l’assegno pensionistico anche 3-4 anni in anticipo, ma quei soldi devono essere restituiti nel momento in cui scatta la vera età di pensionamento.

E questo potrebbe interlacciarsi con le aziende che intendono convincere le persone ad andare in pensione, contribuendo con una quota ad una parte di quella cifra.

Certo, non è piu accettabile il prepensionamento come forma di chiusura di vertenze sindacali con le aziende a danno di tutti i cittadini, come da sempre succede.

Una regola uguale per tutti, si spera definitiva, si spera costituzionale.

Naturalmente spero che i 55 enni che ottengono il reddito di cittadinanza vedano scalare dai loro contributi quella cifra.
E che non sia l’INPS ma lo stato ad occuparsi di coloro che non hanno versato contributi, magari instaurando i lavori socialmente utili obbligatori.

Annunci