TTIP : dimissioni ministro Gentiloni per alto tradimento

Immagine

Bisognerebbe fermare questi pseudo democristiani americanizzati prima che uccidano il sogno dei padri costituenti.

Il ministro gentiloni ha affermato :

“Se si parla di aprire i mercati, da parte nostra non ci sarà nessuna riluttanza, ma il massimo impegno. Il nostro lavoro a favore del Ttip, il trattato commerciale tra Europa e Stati Uniti, riconferma l’asse fondamentale della nostra politica estera”

Ma questo TTIP va contro svariati principi costituzionali, costituzione sulla quale il ministro Gentiloni ha giurato, per questo dovrebbe dimettersi per alto tradimento.

Un trattato internazionale che non è reso integralmente pubblico,infatti, va contro costituzione,e mina alla base il principio su cui è creato uno stato.

Io non credo che un trattato che non viene reso pubblico possa considerarsi vigente nel nostro paese,infatti, ancora, per il momento, la repubblica italiana ha una sua gazzetta ufficiale, che ha la funzione di rendere vigenti le leggi che sono approvate.

Si chiama “pubblicazione” per il semplice fatto che le leggi devono essere pubbliche, si tratta di un principio base a difesa dell’unità democratica di un qualsivoglia stato ed anche della repubblica italiana.

Dunque fin quando non sarà pubblicato ufficialmente e integralmente sulla gazzetta della repubblica italiana, il TTIP non è legge in Italia.

A me dispiace se hanno dato competenze all’unione europea sul commercio con l’estero senza considerare questo piccolo particolare,cioè la costituzione italiana.

Il ministro Gentiloni dovrebbe dimettersi per alto tradimento, visto che di nascosto al popolo sovrano contribuisce ad un trattato incostituzionale.

Annunci