Il sistema fallito e le vecchie proposte sull’immigrazione

images

Che il sistema stia saltando ne abbiamo prova ogni giorno.

Una volta c’era la schiavitù, piu persone arrivavano piu schiavi c’erano.

Oggi la schiavitù formalmente è stata abolita, ed è stata sostituita dal lavoro in nero.

Il sistema va in crisi nel momento in cui arrivano degli immigrati, i conti degli stati sono in rosso, il lavoro ha sempre meno diritti.

Fino a ieri ci hanno raccontato la favola degli immigrati che pagano le nostre pensioni, si quelle che da 20 anni vengono riformate con l’innalzamento dell’età, che in futuro avranno un livello di erogazione se non pari di poco superiore alla soglia di povertà.

Non sono i nazionalisti o i razzisti a non volere l’immigrazione, è il sistema che non regge l’immigrazione.

E basta andare negli stati uniti, così grandi e democratici, hanno fatto un muro per non far passare l’immigrazione messicana.

Come paradosso al muro anti immigrazione, U.S.A. e messico hanno firmato un trattato di libero scambio sulle merci e sui capitali.

Io contrasto fermamente i principi di queste politiche,l’immigrazione va affrontata in tutt’altro modo.

Intanto il principio che vuole l’immigrato pagarci la pensione va debellato brutalmente, così come il principio della cittadinanza facile.

L’immigrato che lavora in Italia, deve pagare piu tasse degli italiani, e una parte dello stipendio deve andare in un fondo,nel paese di origine di quell’immigrato.

Dunque non si deve piu ritenere che l’immigrato sia una ricchezza per questo paese, ma per il paese di origine.

Come già ripeto da anni, questo fondo produce degli interessi, e tali interessi sono dati al governo del paese di origine di quello specifico immigrato.

Quando e se l’immigrato vuole la cittadinanza italiana, i cui tempi non devono essere ridotti, deve rinunciare  quel fondo cioè ai suoi soldi, che finiscono interamente nelle casse del paese di origine.

Se invece l’immigrato vuole può tornare al suo paese di origine ed ottenere mensilmente una quota di quanto ha versato precedentemente.

In questo modo si aiutano i paesi con un tasso di migrazione molto alto, e quei soldi servono appunto per cercare di frenare il flusso migratorio migliorando le loro condizioni di vita.

Annunci