Vitalizi, comuli, e pensioni della gente comune…

images

Il parlamento cerca di eliminare i vitalizi ai condannati, a me non fa ne caldo ne freddo.

Tutti i vitalizi devono essere tolti, le retribuzioni dei parlamentari devono diminuire, ma contestualmente il numero di rappresentanti del popolo deve aumentare.

Ma non bisogna cedere all’antipolitica, va detto che le cifre ottenute da questi tagli non permetterebbero alcun miglioramento della condizione della popolazione, sono cifre irrisorie nel bilancio dello stato.

Dunque niente paralleli stretti tra cittadini e politica, se si tagliano i vitalizi è piu per una questione morale che per trovare delle coperture finanziarie.

E la questione morale è presto detta : la politica deve essere un servizio civile non occasione di profitto personale.

Ma ad essere onesti la questione non si può che allargare tutti i cittadini italiani che hanno ricevuto piu soldi di quelli che hanno versato, in quanto bisognerebbe cercare di mantenere i principi di generalità ed astrattezza.

Chi ha ricevuto cifre superiori a quelle versate non può che ricevere la pensione minima, ed in questo contesto non c’è differenza tra politici e gente comune, tra ex-lavoratori pubblici ed ex-lavoratori privati, tra chi riceve 1,2,3 pensioni erogate da enti pubblici.

Tutti coloro che hanno ricevuto piu di quanto hanno effettivamente versato dovranno ricevere la pensione minima.

E questo a mio avviso andrebbe inserito nella costituzione italiana.

Questo meccanismo scatterebbe anche per chi ha lavorato per 15 anni ed è andato in pensione con le vecchie norme, se ha già ricevuto piu di quanto ha versato, dovrà ricevere la pensione minima.

Questo è il sistema contributivo che viene applicato con il sistema inverso, incassi tutto ciò che hai versato, e superata tale soglia la pensione viene ridotta, e questa potrebbe anche essere una regola per i futuri pensionati, quelli che andranno in pensione con il 100% contributivo.

Questa riforma va fatta per una questione di giustizia sociale, chi andrà in pensione un domani avrà una pensione minima pur avendo versato tutti i contributi, si lavorerà cioè piu per versare le annualità contributive che per versare la cifra vera e propria nelle casse dell’INPS.

Viviamo tutti al di sopra delle nostre possibilità, la crisi economica non sarà superata anzi quella vera deve ancora arrivare, vanno fatti provvedimenti che permettano al tessuto sociale di resistere malgrado la globalizzazione, la concorrenza sleale e la speculazione dei capitali finanziari.

Annunci