La sentenza della corte costituzionale sulla fecondazione assistita

Immagine

Gli dai un dito e si prendono tutto il braccio.
la fecondazione assistita serviva per sanare una disparità tra coppie fertili e coppie non fertili, in modo da rispettare la costituzione e la parità dei diritti.
Hanno invece costituzionalizzato il figlio in provetta indipendentemente dalla fertilità, facendo venire meno le prerogative della “società naturale” fondata sul matrimonio.
La fecondazione assistita è artificiale e va contro la società naturale, la legge era una concessione a chi non poteva avere figli in modo “naturale” e colmava la disparità.
La sentenza della corte costituzionale è pertanto da considerarsi incostituzionale e frutto avvelenato dell’albero che da oltre 30 anni si è radicato ed è cresciuto.
Frutto avvelenato che ucciderà la società, nel tempo sfibrerà il tessuto sociale sul quale poggia la repubblica.
L’edificio dal quale si vogliono togliere in corsa i piloni portanti, facendolo passare per arte moderna.
A questo punto l’unica strada è vieare totalmente qualsiasi tipo di fecondazione, perchè se per dare un diritto e per fare un favore si ottiene l’effetto opposto, allora meglio non fare alcun tipo di concessione.

Annunci