Lettera aperta ai parlamentari della Repubblica

Immagine
Cari parlamentari,
non avete legittimità per sedere su quegli scranni, non avete legittimità nel far parte della maggioranza o della minoranza parlamentare.
I fatti accaduti dimostrano che le liste bloccate dichiarate incostituzionali sono un vulnus che va sanato subito, questo parlamento non è legittimato a votare una sola legge in piu.
Dopo la seduta fiume su una revisione costituzionale ci sono state 3 fiducie sulla legge elettorale, la repubblica non può essere riformata a colpi di maggioranza da parlamentari eletti su delle liste bloccate dichiarate incostituzionali dalla corte, e grazie ad un premio di maggioranza anch’esso dichiarato incostituzionale con la sentenza 1/2014.

Qui viene messa in dubbio l’esistenza stessa della repubblica parlamentare.

Chi rappresenta la nazione dovrebbe porsi il problema della delegittimazione di questa istituzione, e non favorire chi ha contribuito a delegittimarla con le sue battutine sarcastiche.

L’interesse della nazione dovrebbe essere quello di avere le aule parlamentari pienamente rappresentative della volontà popolare, ed oggi è cambiata la situazione politica, si sono formati nuovi gruppi nelle due camere, il voto dei cittadini si è modificato di decine di punti percentuali.

La sentenza della corte costituzionale lasciava la speranza di una legiferazione in senso elettorale, ma ciò avviene sotto il ricatto del governo, che minaccia di andare alle elezioni anticipate.

E allora ci si può cheidere quale collante ci sia dietro, per far suonare come una minaccia un qualcosa che è solo un buon consiglio, se ci siano dietro le poltrone ed il potere o se c’è qualche piu losco affare.

Cosa può spingere chi rappresenta la nazione a volerle tanto male?

Possono degli interessi personali arrivare fino a tal punto?

Una cosa è certa, se non si tornerà al voto con il consultellum si aprirà un baratro.

Questo parlamento non ha piu la legittimità per modificare la costituzione in ben 40 articoli. Quella costituzione votata a larga maggioranza dall’assemblea costituente che fù eletta con sistema proporzionale.

Con meno del 35% dei voti non si ha legittimità a tali modifiche, si finirà per screditare ulteriormente le istituzioni.

Voi rappresentate la nazione e dovreste fare il suo bene.

Annunci