Abolizione dell'IVA e sostituzione con Tobin Tax e tasse sulla Casa(Imposta comunale+successione)

Immagine

Penso che l’imposta sul valore aggiunto possa considerarsi fallimentare e di conseguenza dovrebbe essere totalmente cancellata dalla storia.

I dati economici dimostrano come questa tassa abbia distrutto con il passare del tempo la domanda interna, e come abbia esposto l’economia alle ondate della finanza creativa distaccando con il passare del tempo il capitale dal lavoro.

Oggi, che viene messa in dubbio perfino la presenza del denaro “fisico” sostituito da quello digitale, credo sia arrivato il momento di proporne l’abolizione.

Si può così ottenere una completa sburocratizzazione dell’economia, una semplificazione attuativa sostituendo l’IVA con piu semplici contributi fissi e conosciuti da tutti che permettono di ottenere pari reddito.

Dal punto di vista fattuale si toglie il controllo e si tolgono i controllori, e questa tassa come tutti possono notare ha intensificato i controlli e l’entrata dello stato nella vita privata di ogni cittadino.

Inutile parlare della confusione creata con le detrazioni, o degli scontrini, dell’IVA di cassa e così via.

In linea di principio vanno tolte le tasse piu facili da evadere e che subiscono oscillazioni maggiori, vanno aumentate le tasse piu difficili da evadere e che hanno importanza di interesse strategico nazionale.

La tassa sulla casa è una di queste, odiata da tutti a causa delle campagne mediatiche, ma di gettito sicuramente inferiore all’IVA che qualsiasi cittadino paga quando fà gli acquisti, ma la cui entità risulta nascosta tra le pieghe di uno scontrino fiscale.

In un paese a forte rischio idrogeologico, dove c’è stata in passato una grande attività, anche speculativa, sugli immobili, dove,come nel resto del mondo, si sono formate bolle immobiliari che hanno distrutto banche ed economie di scala contribuendo a provocare le crisi globali, una tassa sulla casa è indispensabile.

Lo è come forma protettiva per evitare altre speculazioni edilizie ai danni dell’ambiente per fermare la cementificazione selvaggia.
Lo è per evitare altre speculazioni finanziarie di chi compra immobili e ne gonfia il prezzo.
Lo è per chi la casa la deve acquistare e la trova ad un prezzo troppo alto.

Va considerata anche la presenza della tassa di successione.

La tobin tax o tassa sulle transazioni finanziarie è invece la tassa di interesse strategico europeo che deve nel gettito sostituire l’IVA, quest’ultima, lo ricordo, è nata nei primi anni ’70 in tutta europa  a seguito dei primi trattati istitutivi CEE.

Si tratterebbe di una tassa che si paga quando una moneta viene convertita in una moneta diversa, cioè una tassa sul cambio monetario o quando si effettuano transizioni di monete verso l’estero, in questo caso per estero si intenderebbe al di fuori del mercato comunitario.

E’ evidente che applicare la tobin tax nella sola Italia non è fattibile, è una tassa europea perchè la moneta è europea ed il mercato è comune ma all’epoca non poteva essere inserita nell’ordinamento visto che mancava una moneta europea.

E’ inutile nascondere la situazione economica di questi anni, ci sono capitali che vanno in ogni dove, e c’è l’economia reale che langue, abolendo l’IVA e mettendo la Tobin Tax si tolgono soldi ai capitali finanziari e alla speculazione, facendo ripartire la domanda interna e il lavoro.

Si semplifica la burocrazia diminuendo i costi sia per i controllori che per i controllati e si rende piu appetibile l’investimento diretto piuttosto che la rotazione di capitali in cerca di percentuali nei rendimenti.

Nel caso ad esempio di una Partita IVA, non si chiederà piu una quota variabile e scaricabile, si chiederà un fisso annuo per poterla tenere aperta.

Qualcuno potrà dire che si favoriscono i ricchi, ed io rispondo di no perchè la tassa sulla casa e la tobin tax fanno pagare le tasse alle concentrazioni di ricchezza e denaro, in realtà si favorisce la crescita economica e si riduce il nero in quando la ricca partita iva pagherà il suo fisso ma farà girare l’economia e la semplificazione burocratica permetterà l’abbassamento dei costi e del fabbisogno dello stato.

Ricordo a tutti quelli che parlano di soldi che restano in banca e di acquisti in diminuzione, che se c’è una tassa da pagare sul valore aggiunto, ha anche meno senso far circolare quel denaro, mentre se questa tassa venisse tolta di mezzo quei soldi girerebbero perchè non verrebbero decurtati di quella percentuale, che riduce il valore stesso dell’investimento e tende a bloccare lo scambio di merci.

Mentre invece se qualcuno sà di dover pagare un fisso, cercherà di far circolare piu merci possibili per riuscire a pagare quel fisso ed ottenere anche il maggior guadagno possibile sul suo lavoro.

Inutile dire che la tobin tax renderebbe superflue anche le tasse doganali applicate dall’unione europea.

Annunci