Appello a Barak Obama, 1000 bil. dalla FED per produrre carburante sintetico

Immagine

Vari fondi speculativi, che secondo una definizione piu raffinata si chiamano “private equity” si muovono per acquisire le società che estraggono il petrolio dello shale oil americano.

Bisogna porsi una domanda : perchè mai queste compagnie si metterebbero a comprare titoli ormai definiti come spazzatura?

A me pare evidente che loro sono a disposizione di informazioni che noi non abbiamo, c’è un qualche piano segreto che verrà attuato al momento opportuno e che farà loro guadagnare molto denaro da questa operazione.

L’indicatore segna con la lancetta analogica la data dell’elezione del nuovo presidente degli Stati Uniti.
Probabilmente sarà Repubblicano, probabilmente guerrafondaio, probabilmente petroliere,probabilmente avrà l’appoggio della grande spculazione finanziaria e dei media.

Evidentemente, se queste condizioni si avverassero il prezzo del petrolio tornerebbe ben presto sopra a quota 100 e l’investimento che sembra fallimentare si tramuterebbe in super redditizio.

Caro Barack Obama lo sai che creare benzina sintetica costa meno di quella estratta dalle sabbie bituminose?
Lo sai che se si crea una centrale solare oppure eolica o che sfrutta le maree o il geotermico, l’investimento dura decenni mentre l’investimento nel petrolio off shore deve essere rinnovato in poco tempo?
Lo sai che la CO2 non è un rifiuto ma bensì una risorsa e che attraverso il processo di fischer tropsch unendola all’energia elettrica si può ottenere carburante sintetico, dal metano alla benzina al diesel, senza estrazioni dal sottosuolo?

Un investimento fatto su questo settore non deve essere rinnovato ogni 6 mesi oppure ogni 12, le strutture continueranno anche per 20 o 30 anni a produrre il carburante sintetico.

Scommettiamo che il costo del barile di greggio è già doppio rispetto a quello che serve per ottenere lo stesso barile(circa 159 litri) se si divide la spesa per gli investimenti per i minimo 20 anni che ne rappresentano la durata(evidentemente riferiti alla produzione elettrica)?
Non vale forse la pena fare una telefonata alla Federal Reserve e dir loro : mi servono 1’000 bil. di dollari per la sicurezza nazionale, voglio far diventare gli Stati Uniti il primo esportatore mondiale di carburante sintetico e far cadere i governi degli esportatori dei energia?


Posti di lavoro assicurati per tutta la durata dell’investimento, se si investono mille miliardi è sicuro che in tasse ne ritornano subito almeno 400, tra tasse pagate dalle ditte per l’appalto e tutto l’indotto, tra i lavoratori che spenderanno una parte dei soldi ricevuti già il primo mese ed il prodotto interno lordo che aumenta del 2% solo per questo investimento.
La costruzione durerà circa 2 anni, serve un luogo dove creare delle centrali per la produzione elettrica, quindi basta verificare dove sono finiti i fondi per la ricerca stanziati dal governo americano, e vedere quale iniziativa sia la migliore sul piano del rendimento e dei costi, e danneggi meno l’ambiente.


Una costruzione in un luogo sperduto ed incontaminato magari vicino all’oceano,che faccia l’elettrolisi con il glocerolo per ridurre il fabbisogno energetico negli alcoli naturali per l’elettrolisi dell’acqua, che crei anche idrogeno, che prodica magari acqua potabile da mandare nelle coltivazioni di tutti gli stati uniti, che gli scarti di quelle coltivazioni producano energia ed il gloceloro stesso, che poi viene mandato in queste nuove centrali, con qualche investimento nell’eolico, nelle maree.

Insomma, c’è la possibilità sulle coste degli stati uniti di produrre molta energia elettrica con investimenti duraturi, di usarla anche per l’esportazione oltre che per l’uso interno di questi barili di petrolio sintetico.
Non vale forse la pena tutto questo piuttosto che continuare a prelevare petrolio dal sottosuolo?

Se non vuoi farlo per l’ambiente, o per far cadere i governi in giro per il mondo, o per fermare le guerre, FALLO ALMENO PER I FUTURI CANDIDATI DEL PARTITO DEMOCRATICO ALLE FUTURE PRESIDENZIALI, in quanto i repubblicani smetteranno di essere finanziati soldi dalle lobby del petrolio, e questo sarebbe un vantaggio politico.

Annunci